Silvaner

Silvaner Casteller Schlossberg GG Trocken 2013, Weingut Castell

by Vitocco Francesco on

A metà strada fra le città di Norimberga e Würzburg, nel distretto vinicolo tedesco chiamato Franken, sorge la storica azienda vitivinicola Weingut Castell, le cui origini risalgono addirittura al 1057 ed è giunta ormai alla ventiseiesima generazione. Distesa su circa settanta ettari vitati, la produzione media di quattrocentocinquanta bottiglie all’anno si concentra in prevalenza su vitigno Silvaner, con interessanti interpretazioni anche di Müller – Thurgau, Weissburgunder, Riesling e qualità a bacca rossa.

Siamo nella terra d’elezione del Silvaner e ne assaggiamo una pregiata versione risalente alla vendemmia 2013, il Silvaner Casteller Schlossberg GG Trocken; dalla splendida e tipica bottiglia panciuta chiamata bocksbeutel giunge nel calice vestito di un bel colore giallo paglierino scintillante, di buona consistenza. Gli aromi che solleticano l’olfatto sono intensi e generosi, con richiami alla mela, alla salvia ed alla camomilla, ed ancora gelsomino, ananas e melone. Al sorso emerge una bella freschezza intrecciata ad una sapidità minerale molto piacevole, ben amalgamata con la vena alcolica calibrata; elegante e di spessore, soddisfa il palato avvolgendolo con richiami fruttati puntuali che giungono pienamente ad un finale lungo e persistente.

Un Silvaner di grande qualità, espressione di un territorio e di un grande lavoro umano; lo proverei in abbinamento con una trota salmonata accompagnata da una  salsa remoulade.

L’azienda Weingut Bürgerspital può vantare storiche origini risalento all’inizio del 1300, nella meravigliosa cittadina di Würzburg, nella Franconia del vino. Qui ad oggi si coltivano circa cento ettari a vite, in prevalenza vitigni a bacca Bianca come Riesling, Silvaner e Müller – Thurgau, per un totale di più di ottocentomila bottiglie all’anno.

Oggi assaggiamo l’annata 2015 del Silvaner Erste Lage Würzburger Abtsleite Trocken, un vino che si presenta di un bel colore giallo paglierino, abbastanza consistente nel calice; i profumi si percepiscono intensi e freschi, con una bella teoria di fiori bianchi, pesca gialla, timo, pera e nespola. Al palato entra caldo e fresco, con un’elegante richiamo minerale, di medio corpo e ottima piacevolezza. Di appagante lunghezza e persistenza aromatic, lo abbinerei ad un risotto ai bruscandoli.

Nella splendida città di Würzburg sorge la storica azienda vitivinicola Weingut Juliusspital, le cui origini risalgono nientemeno che al 1576. I numeri sono impressionanti, con centosettanta ettari vitati di proprietà ed una produzione annua che supera il milione di bottiglie; i vitigni sono quelli della tradizione della Franconia: soprattutto Silvaner, Riesling, Weisser Brugunder, Müller- Thurgau, Grauer Burgunder e Spätburgunder.

Oggi ci versiamo nel calice l’annata 2016 del Silvaner Erste Lage Würzburger Stein Trocken, un vino di colore giallo paglierino, di media consistenza; al naso affiorano delicatamente nuance di agrumi, fiori di acacia, pompelmo, mela e pera, con ampi richiami minerali. Al palato scorre con buon calore ed ottima freschezza, supportata da una diffusa sapidità e da una struttura elegante e nel complesso equlibrata. Il finale richiama il ventaglio completo di sensazioni percepite durante tutto l’assaggio, protraendosi con buona lunghezza e persistenza al palato.

Suggestiva anche la classica Bocksbeutel, tipica della Franconia.

L’azienda vitivinicola Weingut Hugo Brennfleck si trova in località Sulzfeld, nel distretto vinicolo Tedesco del Franken, da noi chiamata Franconia. Le origini risalgono nel lontano 1591, e ad oggi la cantina può vantare una produzione di circa centonovantamila bottiglie l’anno, dai ventitre ettari coltivati a vite. Siamo nel regno del vitigno a bacca bianca Silvaner, il quale copre la metà del vigneto, affiancato da Müller Thurgau, Riesling, e varietà di origine francese come il Sauvignon Blanc ed i Pinot.

Oggi assaggiamo in successione tre campioni di Silvaner per apprezzarne a pieno le potenzialità di questo vitigno quando prodotto con sapienza e qualità.

Il Silvaner Kabinett Trocken proveniente dalla vendemmia 2015 si presenta di un bel colore giallo paglierino con riflessi di gioventù verdolini, di media consistenza nel calice; al naso si apprezzano le fresche note di mela, caprifoglio, lime e pesca gialla. Snello e molto fresco, approccia il palato con tocchi minerali ed una struttura tutta fruttata, non complessa ma molto piacevole. Di media lunghezza, un vino preciso e molto gustoso.

Il Silvaner Sulzfelder Sonnenberg Alte Reben, proveniente dalla stessa vendemmia, propone toni giallo paglierini, con una buona consistenza nel calice; al naso arrivano profumi intensi di ginestra, caprifoglio, ancora mela e lime, con cenni di burro e the. Succulento al palato, risulta discretamente bilanciato fra componenti fresche e sapide, in una totale eleganza di espressione. Lungo il finale, un vino da primi piatti di pesce.

L’ultimo Silvaner che ci versiamo nel bicchiere è il S JHB Edition, di colre giallo paglierino splendente; consistente nel calice, si apre sempre con ottima intensità alla frutta a polpa gialla, con una venatura minerale più marcata. In bocca regala maggiori note pseudocaloriche ed un importante estratto fruttato; pieno e minerale, fresco ed equilibrato, è il più strutturato dei tre ed il più lungo e persistente. Fine e molto picaveole, lo abbinerei alla rana pescatrice o a dei tagliolini allo scoglio.