Rías Baixas

La Bodega Santiago Roma si trova in una vecchia casa colonica, completamente rinnovata e attrezzata, in località Pontevedra, nel distretto vitivinicolo spagnolo chiamato Rías Baixas. Nata nel 1997, l’azienda si è dedicata da subito alla produzione di vini di alta qualità, a partire dal vitigno a bacca bianca Albariño, arrivando ad oggi ad un’estensione di sei ettari di proprietà e sei ettari controllati.

Il Rías Baixas D.O. Burbulla Albariño Espumoso Brut Nature viene lasciato sui lieviti per almeno nove mesi, generando così delle splendide e fini bollicine; di colore giallo paglierino intenso, solletica l’olfatto con richiami intensi alla mela ed alla pera, all’albicocca ed alla salvia, alla crosta di pane ed alla pietra focaia.

In bocca scorre con buona freschezza e mineralità, deciso e vigoroso, elegante e succulento; preciso nel richiamare le sensazioni percepite al naso, chiude con una raffinata persistenza aromatica, lunga e simmetrica.

 

Fondata nel 2007 l’azienda vitivinicola Mar de Envero sorge in Galizia, in località A Coruña, e ad oggi è condotta sapientemente da Manyo Moreira, ritornato in questa zona della Spagna dopo aver realizzato interessanti progetti in diverse regioni vitivinicole iberiche.

Oggi ci versiamo nel calice il Rías Baixas D.O. Albariño Sobre Lias 2022, il quale si presenta vestito di un elegante abito giallo paglierino con leggere striature dorate; al naso approccia con intensità spavalda, ricco di aromi che ricordano alla mente la mela golden, la pera, la pesca bianca, la camomilla, il caprifoglio e la salvia, con cenni di ananas e pietra focaia.

In bocca sprigiona dinamismo legato da una vibrante freschezza ed una caparbia mineralità, il tutto reso maggiormente avvolgente dal passaggio sur lie capace di donare cremosità ed eleganza; caldo e gustoso, esprime con successo una media struttura ed un’eleganza ineccepibile, chiudendo con un finale lungo, molto persistente e capace di invogliare ad un secondo assaggio.

Un grande bianco iberico, ricco di qualità e tipicità, da provare in tavola con i calamari ripieni.

La Bodega Santiago Roma si trova in una vecchia casa colonica, completamente rinnovata e attrezzata, in località Pontevedra, nel distretto vitivinicolo spagnolo chiamato Rías Baixas. Nata nel 1997, l’azienda si è dedicata da subito alla produzione di vini di alta qualità, a partire dal vitigno a bacca bianca Albariño, arrivando ad oggi ad un’estensione di sei ettari di proprietà e sei ettari controllati.

Oggi assaggiamo un grande classico dell’azienda, il Rías Baixas D.O. Albariño Selección Val do Salnés 2022, ottenuto dalle uve poste su delle così dette “parcelas atlanticas”, data la vicinanza dei vigneti con l’Oceano Atlantico; affinato sui propri lieviti, giunge nel calice di un bel colore giallo paglierino luminoso, con leggeri riflessi dorati. Di media consistenza, si apre al naso con note molto intense che richiamano i fiori di tiglio, la mela golden, l’eucalipto, il bergamotto e gelsomino; al palato risulta di grande equilibrio, con una vibrante freschezza ed una sapidità ben dosata, il tutto immerso in un corpo caldo, saporito e ricco di frutto. Corposo e di buona complessità, si distende con classe in un finale elegante e di grande persistenza aromatica.

Un prezioso vino bianco spagnolo di assoluta qualità, ottimo in abbinamento con degli spaghettini ai frutti di mare.

 

Agro de Bazán è il frutto di un progetto iniziato nel 1980, quando da un piccolo appezzamento in Galizia è stata fondata la cantina Granbazán. Concentrandosi sul nobile vitigno Albariño, l’azienda è riuscita ad elevare il livello dei vini bianchi della denominazione Rías Baixas alla pura eccellenza, condendo il tutto con un packaging straordinario e molto originale. Gli ottimi vini bianchi portano etichette quali Contrapunto, Granbazán Verde, Granbazán Ambar, Granbazán Don Álvaro de Bazán, Granbazán Limousin e A Lambonada, tutti da assaggiare e degustare.

Oggi ci versiamo nel calice il Rías Baixas D.O. Granbazán Albariño Limousin, affinato per sei mesi in legno: l’annata 2013 possiede un colore giallo paglierino – dorato brillante e luminoso, di media consistenza nel calice. Il profilo olfattivo è ampio ed intenso: frutta matura, miele, spezie dolci, ginestra, caprifoglio, con note tostate leggere; in bocca possiede grande carattere, molto succoso e gustoso, rotondo con un bellissimo equilibrio fra freschezza e sapidità, corpo e note pseudocaloriche. Il finale sensuale e molto lungo pone la ciliegina sulla torta ad un eccellente Albariño di altissima qualità.

Suggerisco di provare un abbinamento ricercato con il pollo allo zafferano e zenzero.

La regione Galizia è situata nella parte nordoccidentale della Spagna ed è costituita da cinque denominazioni d’origine: Monterrei, Rías Baixas, Ribeira Sacra, Ribeiro e Valdeorras. Rías Baixas è probabilmente la migliore e più nota delle cinque denominazioni; caratterizzata in prevalenza dal vitigno a bacca bianca Albariño, è una delle poche zone della Spagna conosciuta per i propri vini bianchi. Qui la coltivazione della vite fu introdotta dagli antichi romani ed oggi conta circa 4.000 ettari vitati; cinque sono le sottozone: Condado do Tea,  O Rosal, Ribeira do Ulla,  Soutomaior e Val do Salnés. La regione è soprattutto pianeggiante, con leggere alture che raggiungono i 250 – 350 metri, il clima presenta precipitazioni copiose durante gli inverni freschi ed estati con temperature abbastanza elevate.

A Cambados, Pontevedra, si trova Palacio de Fefiñanes, cantina che possiede una tradizione vitivinicola risalente al diciassettesimo secolo; siamo nella culla del vitigno a bacca bianca Albariño, di cui l’azienda ne produce tre campioni: l’Albariño de Fefiñanes, l’ Albariño III Año ed il 1583 Albariño de Fefiñanes.

Oggi ci versiamo nel calice il Rías Baixas D.O. Albariño de Fefiñanes III Año proveniente dalla vendemmia 2012: di colore giallo paglierino dorato, molto luminoso e consistente nel calice, raggiunge l’olfatto con aromi intensi di ginestra, agrumi, pesca gialla, burro, miele millefiori, pomodoro verde e sambuco. Ben calibrata la freschezza, approccia il palato con calore e pienezza fruttata, con ritorni minerali ampi e molto piacevoli; di buon corpo e struttura, procede sino al finale con finezza ed equilibrio.

Lo porterei in tavola con una bella zuppa di pesce misto; uno dei più grandi vini bianchi spagnoli.