Nebbiolo

Barolo Docg Francia 2017, Giacomo Conterno

by Vitocco Francesco on

Dalla stradina che dal centro di Monforte d’Alba si diparte verso la vicina località Ornati sorge la storica azienda vitivinicola Giacomo Conterno; fondata nel 1900, prima Giacomo, poi Giovanni e ora Roberto, hanno reso questa cantina un punto di riferimento per la produzione del Barolo e del vino di qualità nel mondo. La continua ricerca della perfezione e della qualità assoluta si traduce in vini mitici quali il Barolo Monfortino Riserva ed i Barolo dalle vigne Francia, Cerretta ed Airone; da non sottovalutare le Barbera, fini, eleganti e mai banali, seppur più semplici dei grandi Nebbioli.

Oggi assaggiamo il Barolo Docg Francia proveniente dalla vendemmia 2017, dal cru di Serralunga d’Alba, affinato per quarantotto mesi in botte grande; di colore rosso rubino scarico con riflessi che virano al granato, decisamente consistente nel calice, propone un naso intenso ed ampio, con richiami raffinati ai frutti di bosco, more e lamponi, seguiti da viola, menta ed amarena, liquirizia, cannella e tabacco.

Al gusto regala una potenza decisa, all’interno di una trama tannica definita e garbata, con buona morbidezza e spinta fresco – sapida; di grande complessità e profondità, spinge a ripetuti assaggi e riflessioni, riprendendo quanto assaporato all’olfatto completandolo con note balsamiche e speziate.

Il finale è molto lungo e molto persistente, caldo ed avvolgente; esemplare, ricco di stile e classe, saprà affrontare il passare del tempo arricchendosi ed impreziosendosi sempre più, decennio dopo decennio. Lo proverei in abbinamento con un fagiano al forno arricchito da scaglie di tartufo d’Alba.

Colline Novaresi Nebbiolo Doc San Quirico 2011, Ca’ Nova

by Vitocco Francesco on

Sulle suggestive colline novaresi, in località Bogogno, si trova l’azienda vitivinicola Ca’ Nova, nata dal sogno di un padre ed una figlia che a partire dal 1996 hanno ridato vita ad una cascina del 1700 e creato le basi per un vigneto di grande qualità. I vitigni sono quelli classici dell’Alto Piemonte, Nebbiolo in primis, Erbaluce e Vespolina.

Uno dei vessilli aziendali, il San Quirico Colline Novaresi Nebbiolo Doc, affina per almeno un anno in botti di rovere, regalando per quanto riguarda l’annata 2011, un bel colore fra  rosso rubino ed il granato, luminoso e di ottima consistenza nel calice; al naso è molto intenso, con note di mora, marasca, prugna e cannella, seguite da deliziosi accenni di liquirizia, cacao e rabarbaro. Al palato esprime un corpo importante, buona freschezza e sapidità, con note pseudocaloriche piacevoli ed una trama tannica vigorosa e ben incorporata in un succo pieno, fruttato e speziato; prestante e generoso sino alla fine, chiude con slancio in un finale lungo e molto persistente.

Dieci anni racchiusi in un magnifico istante, un assaggio di carattere e qualità, da provare in tavola con un succulento brasato di manzo.

Barolo Docg 2010, Raineri

by Vitocco Francesco on

La storia dell’azienda vitivinicola Raineri, di Monforte d’Alba, comincia nel 2004, con una piccola produzione di Dolcetto di Dogliani, circa mille bottiglie dalla prima vendemmia: è il promettente inizio del sodalizio fra Gianmatteo Raineri e Fabrizio Giraudo, giovani e determinati appassionati di vino, incontratisi all’Università di Torino. Nel 2006 è poi arrivata la prima annata di Barolo e oggi, dopo dieci anni, la Raineri è una delle cantine più dinamiche ed interessanti del panorama vitivinicolo piemontese, con una produzione media annua che ormai si attesta intorno alle ventimila bottiglie fra Nebbiolo, Barbera, Dolcetto e Cortese.

Il Barolo Docg proveniente dalla vendemmia 2010 si presenta di colore granato, molto consistente nel calice. I profumi arrivano all’olfatto con intensità, nitidi su richiami di viola essiccata, mora, ciliegia, e poi liquirizia e pepe nero; in bocca è subito caldo, con tannini strutturati ed importanti, ben immersi in un’ottima struttura. Sapido, con ritorni fruttati e speziati, accompagna il palato in un finale lungo e persistente.

Un vino che sarà sicuramente longevo e dal grande potenziale, lo abbinerei ora con un filetto di capriolo ai mirtilli.