Greco di Tufo

Greco di Tufo Docg Giallo d’Arles 2021, Quintodecimo

by Vitocco Francesco on

L’azienda vitivinicola Quintodecimo, condotta dalla famiglia Moio, sorge in località Mirabella Eclano, in provincia di Avellino, e conta una produzione annua che si aggira intorno alle novantamila bottiglie. Una delle realtà vero e proprio punto di riferimento dell’enologia dell’Irpinia, coltiva trenta ettari vitati dedicati ai vitigni tipici della Campania: Fiano di Avellino, Greco di Tufo, Falanghina ed Aglianico.

Il Greco di Tufo Docg Giallo d’Arles richiamo il colore tipico di questo vitigno ed è allo stesso tempo un omaggio al colore preferito del grande pittore Vincent Van Gogh durante il periodo trascorso nella località francese di Arles; dopo un periodo di affinamento di otto mesi, il 30% in barrique ed il 70% in acciaio, l’annata 2021 si presenta di un bel colore giallo dorato pieno, luminoso e consistente nel calice.

All’olfatto sviluppa intense note che richiamano la pesca, l’ananas, la ginestra, il lime, i fiori di magnolia e la nocciola, con una bella mineralità che emerge lentamente; pieno e saporito il sorso, rotondo e morbido, ma anche solcato da una vibrante freschezza e sapidità. Caldo, ricco di frutto, riempie la bocca restando di impeccabile eleganza ed equilibrio, con un finale molto lungo e persistente.

Un Greco di Tufo autorevole, generoso e di qualità assoluta, da provare in tavola in abbinamento con dei rigatoni alla carbonara di pesce.

Greco di Tufo Docg Riserva Raone 2020, Torricino

by Vitocco Francesco on

A Tufo, in provincia di Avellino, sorge l’azienda vitivinicola Torricino, nome questo della località che si distende sulle rive del fiume Sabato; dagli otto ettari vitati si realizzano una media di quarantamila bottiglie all’anno, dai classici vitigni campani Fiano, Falanghina, Greco e Aglianico.

Oggi assaggiamo l’annata 2020 del Greco di Tufo Docg Riserva Raone, prodotto in circa tremila esemplari l’anno: di colore giallo paglierino luminoso, dimostra buona consistenza ne calice da cui si apre al naso con energia e freschezza; intense sono le note di pesca, susina, agrumi, nocciola e salvia, con una linea minerale ben caratterizzata. Sapidità e freschezza in equilibrio si bilanciano al palato con le note pseudocaloriche ed un succo pieno e gustoso; frutto che emerge in progressione, regala un finale elegante e calibrato, lungo e piuttosto persistente.

Un Greco di qualità, territoriale e sincero, ottimo in tavola in abbinamento con primi piatti di pesce e verdure.