Trocken

Riesling Kreuznacher Kahlenberg Trocken 2018, Dönnhoff

by Vitocco Francesco on

L’azienda vitivinicola Dönnhoff sorge a Oberhausen, nel distretto vinicolo Tedesco del Nahe, e discende da una lunga tradizione di famiglia risalente ad alcuni secoli fa. Vero e proprio punto di riferimento della zona, è dai suoi trenta ettari vitati che nascono alcuni dei migliori Riesling del mondo, per una produzione annua che si attesta intorno alle 180.000 bottiglie.

Il Riesling Kreuznacher Kahlenberg in versione Trocken, cioè secca, si presenta per la giovane annata 2018 di un bel colore giallo paglierino scintillante, di media consistenza nel calice; al naso si percepiscono intensi sentori di ananas, albicocca, litchi, salvia e una buona dose di richiami minerali, di buona ampiezza. L’ingresso al palato è molto fresco, con note pseudocaloriche che seguono una mineralità incisiva e molto piacevole; di medio corpo, esprime con vigore un frutto pieno e soddisfacente con eleganza e coerenza.

Di buona lunghezza e persistenza, ottimo Riesling da abbinare a piatti di pesce o risotti di verdura.

In località Stein/Donau sorge la storica azienda vitivinicola Salomon Undhof, che da oltre duecento anni produce vini di alta qualità. Situata nella zona orientale della zona conosciuta come Wachau, all’interno della Dac Kremstal, coltiva soprattutto i due vitigni simbolo della regione austriaca. Riesling e Grüner Veltliner.

Delle tante ottime interpretazioni di Riesling, oggi assaggiamo il Kremstal Dac Reserve Alte Reben Trocken Ried Steiner Kögl, la cui annata 2017 possiede un bel colore giallo paglierino splendente e limpido; di buona consistenza, sprigiona dal calice aristocratiche note di pompelmo, agrumi, pesca bianca e zenzero, con ampi cenni minerali.

In bocca è un Riesling esemplare, con tanta freschezza e mineralità, buoni richiami fruttati e note pseudocaloriche generose; il finale incalzante è pieno e vigoroso, molto lungo ed elegante.

Un grande Riesling, da abbinare a piatti elaborate a base di pesce.

L’azienda vitivinicola Karl Haidle è una delle più antiche cantine della bellissima Remstal, situata nelle vicinanze di Stoccarda, nel circondario di Stetten, conosciuto storicamente per la qualità dei propri Riesling, cosa non commune nel distretto vitivinicolo del Württemberg. Lo Stettener Pulvermächer rappresenta poi una delle zone più vocate per la produzione di Riesling di qualità, seppur la cantina Karl Haidle si stia concentrando anche sui vini rossi.

Assaggiamo oggi il Riesling Stettener Pulvermächer GG Trocken targato 2016, un vino di colore giallo paglierino brillante, di buona consistenza nel calice. I profumi intensi sono quelli della mela renetta, del pomplemo e dell’ananas, con biancospino e caprifoglio a completare il tutto; sapido e molto fresco in bocca, esprime grande tipicità e classicità, con sferzate importanti e tanto carattere, buon calore e discrete eleganza.

Il sorso pulito e generoso si apre ad un finale simmetrico e discretamente lungo; Riesling molto piacevole e di buona complessità, senza concessioni a residui zuccherini o compromessi: ottimo!

Riesling Herrenberg GG Trocken 2016, Maximin Grünhaus

by Vitocco Francesco on

La tenuta Maximin Grünhaus si trova nello Schlosskellerei von Schubert, la cui storia si perde nell’antico medioevo, ed è situato ai piedi di un ripido versante lungo la riva sinistra del fiume Ruwer, due chilometri circa prima che confluisca nella Mosella; l’azienda appartiene alla famiglia Von Schubert ed è suddivisa in tre vigneti separati ma contigui, l’Abtsberg, l’Herrenberg e il Bruderberg, ognuno dei quali possiede un proprio microclima distinto, una peculiare pendenza e composizione del terreno, con differenze di terroir che spiegano il carattere molto diverso fra loro dei vini prodotti a Grünhaus. I vini prodotti dal vigneto di Abtsberg erano originariamente destinati alla mensa del Abate dell’Abbazia di St. Maximin. Il sito copre 14 ettari, parte dei quali sono stati coltivati a vite per più di mille anni. Il sottosuolo è blu ardesia devoniano e il pendio esposto verso sud-est raggiunge una pendenza vicina al 70%.

Il Riesling Herrenberg GG Trocken si presenta per quanto riguarda l’annata 2016 di un bel colore giallo paglierino con riflessi verdolini, di media consistenza nel calice; al naso si apre con eleganza e pienezza su note di litchi, frutta tropicale, salvia, burro e foglie di tè, con una sfumatura minerale molto delicata. In bocca è eccellente, il frutto sviluppato possentemente sottolineato da un freschezza molto decisa che definirei classica; fruttato, ancora minerale, risulta gustoso ed appagante, lungo e decisamente molto persistente.

Riesling secco eccellente, da provare con piatti di pesce fresco e saporito.

A Iphofen, nella Franconia del vino tedesco, sorge l’azienda vitivinicola Hans Wirsching, fondata nel lontano 1630 e punto di riferimento per quanto riguarda la produzione nazionale, e non solo, di splendidi Silvaner. Dagli ottanta ettari vitatati si producono un po’ più di cinquecentomila bottiglie l’anno, con un 40% dedicato al Silvaner ed un 20% al Riesling.

Oggi ci versiamo nel calice, dalla tipica Bocksbeutel, in italiano “pulcianella”, l’ Iphöfer Julius – Echter – Berg Silvaner GG Trocken, uno dei vini più importanti e significativi dell’azienda: l’annata 2015 possiede un bel colore giallo paglierino luminoso e piuttosto consistente; al naso si apprezza una ben delineate mineralità, sospesa su note fruttate di ananas, albicocca, pera kaiser, cedro e biancospino. Il sorso è compatto e deciso, ancora sapido e fresco, con una nota pseudocalorica ben diffusa; la linea minerale ci conduce ad un finale pieno e molto persistente, sempre furttato e floreale.

Silvaner gustoso e di qualità, lo proverei in abbinamento con un risotto ai finferli.

Riesling Hochheimer Domdechaney Trocken 2016, Domdechant Werner

by Vitocco Francesco on

Eccoci ad Hochheim am Main, in Germania, nel distretto vinicolo del Rheingau, dove si trova l’interessante realtà vinicola Domdechant Werner; la famiglia Werner ha possedimenti in zona sin dal lontano 1780 e oggigiorno può vantare tredici ettari dedicati alla vite, o meglio al Riesling che ricopre quasi la totalità del vigneto.

Dalle circa novantamila bottiglie prodotte all’anno assaggiamo il Riesling Hochheimer Domdechaney Trocken dell’ultima vendemmia 2016, un vino di colore giallo paglierino luminoso, di media consistenza; al naso arriva con intensità di profumi, con ricordi di mela e pera, mango, litchi e salvia. Al palato è secco e molto fresco, minerale e fruttato, dritto e caldo, di media struttura e ottima piacevolezza; il finale è abbastanza lungo e simmetrico, adatto con piatti di pesce come i filetti di orata alle verdure.

Una delle realtà vinicole più importanti e note del Pfalz tedesco è l’azienda Philipp Kuhn, posta in località Laumersheim e circondata da ben ventuno ettari vitati. I vitigni più importanti della cantina sono il Riesling a bacca bianca e lo Spätburgunder a bacca rossa, con una discreta presenza anche di Cabernet Sauvignon; circa centottanta mila sono invece le bottiglie prodotte ogni anno, con sapienti interpretazioni di Riesling dai differenti residui zuccherini, e rossi di pronta beva, ma anche più strutturati e d’attesa.

Il Riesling Trocken Laumersheimer Kirschgarten Grosse Gewächs vendemmia 2015 possiede un deciso colore giallo paglierino luminoso, di media consistenza nel calice da cui si apprezzano intense note fruttate di ananas, cedro, litchi e camomilla, a cui fanno seguito spunti di mineralità e accenni di bosso e limone. In bocca è succoso, molto fresco e discretamente sapido, pieno e di buona eleganza; teso e deciso, chiude con un finale lungo e ben ordinato.

Riesling di qualità, generoso e molto piacevole; da provare con le capesante gratinate.

Riesling Trocken Der Mineralische 2016, Weingut Weegmüller

by Vitocco Francesco on

Neustadt – Haardt, nel Pfalz della Germania del vino, qui si trova la Weingut Weegmüller, azienda vitivinicola dedita alla produzione di vini di qualità dal classico vitigno Riesling, che copre il sessanta per cento del vigneto; non manacno poi altri vitigni a bacca bianca come il Grüner Veltiliner, Grauburgunder, Kerner, Gewürztraminer e Scheurebe, per una produzione annua che si attesta intorno alle centodiecimila bottiglie.

Ci versiamo nel calice la fresca annata 2016 del Riesling Trocken Der Mineralische, un vino dotato di uno scintillante colore giallo paglierino, di media consistenza; l’olfatto è caratterizzato da ricordi di pesca, fiori primaverili, pompelmo, scorza di limone e kiwi, con ampie ventate minerali. In bocca si ripresenta l’abbondante mineralità, capace di cavalcare la grande freschezza e vivacità fruttata; molto pulito e sincere, chiude con una sinfonia lunga e persistente.

Bel Riesling, piacevole e ben fatto, da provare con i paccheri ai ricci di mare.

La cantina Dr. Loosen è da oltre 200 anni uno dei simboli dell’enologia tedesca. Con vigneti situati a Bernkastel, Erden, Graach, Ürzig e Wehlen, propone ad ogni vendemmia con costanza un’imponente gamma di Riesling di prim’ordine, posizionandosi così fra le aziende di spicco della Mosella. Ventidue circa gli ettari vitati, l’azienda realizza più o meno centoottanta mila bottiglie all’anno, quasi esclusivamente di Riesling che copre il novantotto per cento dell’intero vigneto.

Oggi ci versiamo nel calice il Riesling Ürziger Würzgarten Alte Reben Trocken proveniente dalla vendemmia 2015: il vino si presenta di un bel colore giallo paglierino acceso e luminoso, di buona consistenza; al naso emergono note spigliate di pera e ananas, pesca e pompelmo, con tanta mineralità ed un richiamo al fieno appena tagliato. Maestoso in bocca, conquista subito il gusto una freschezza eccellente, caratteristica invidiabile ed invidiata dei campioni della Mosella; minerale e fruttato, procede con buon calore e generosità di corpo. Il finale lungo e persistente non abbandona mai la via dell’eleganza.

Un grande Riesling, lo proverei con scampi crudi e freschissimi.

 

L’azienda Weingut Bürgerspital può vantare storiche origini risalento all’inizio del 1300, nella meravigliosa cittadina di Würzburg, nella Franconia del vino. Qui ad oggi si coltivano circa cento ettari a vite, in prevalenza vitigni a bacca Bianca come Riesling, Silvaner e Müller – Thurgau, per un totale di più di ottocentomila bottiglie all’anno.

Oggi assaggiamo l’annata 2015 del Silvaner Erste Lage Würzburger Abtsleite Trocken, un vino che si presenta di un bel colore giallo paglierino, abbastanza consistente nel calice; i profumi si percepiscono intensi e freschi, con una bella teoria di fiori bianchi, pesca gialla, timo, pera e nespola. Al palato entra caldo e fresco, con un’elegante richiamo minerale, di medio corpo e ottima piacevolezza. Di appagante lunghezza e persistenza aromatic, lo abbinerei ad un risotto ai bruscandoli.