Rueda

Rueda D.O. Verdejo Vendimia Nocturna 2016, Bodegas Grupo Yllera

by Vitocco Francesco on

La Bodegas Grupo Yllera rappresenta una delle realtà più dinamiche del mondo del vino spagnolo, con molti progetti rivolti a sviluppare vini di qualità in diverse denominazioni di origine come la Rueda e la Ribera del Duero, portando avanti una tradizione di famiglia giunta alla sesta generazione.

Dei molti prodotti di qualità assaggiamo oggi il Rueda D.O. Verdejo Vendimia Nocturna, le cui uve sono state vendemmiate appunto di notte, quando le temperature erano più miti; il risultato della vendemmia 2016 è un vino di un bel colore giallo paglierino luminoso e di media consistenza nel calice. Il quadro olfattivo si tinge di intense note di agrumi, salvia, mela renetta, pesca gialla e biancospino; il palato è molto fresco e sapido, in un giusto equilibrio. Caldo e di medio corpo, possiede un’ottima piacevolezza, proposta sino al finale lungo e persistente.

Bianco di qualità, lo proverei in abbinamento con la pasta alle acciughe.

Rueda D.O. Belondrade y Lurton 2014, Belondrade

by Vitocco Francesco on

Una delle aziende vitivinicole più significative ed interessanti della denominazione di origine Rueda è la Belondrade, situata in località La Seca, Valladolid. Il vigneto consta di circa trenta ettari, suddivisi in diciannove appezzamenti dotati ognuno di particolari caratteristiche del suolo, posti ad un’altezza sul livello del mare di circa settecentocinquanta metri; i vitigni coltivati sono soprattutto Verdejo a bacca bianca e Tempranillo a bacca rossa.

Oggi ci versiamo nel calice il Rueda D.O. Belondrade y Lurton proveniente dalla vendemmia 2014, un Verdejo in purezza, lasciato fermentare sui propri lieviti e a mature in botti per circa dieci – dodici mesi; il risultato è un liquido dorato, luminoso e consistente, avvolto da profumi ricchi di ananas, nespola, agrumi, vaniglia, burro, foglie di tè e tocchi minerali. In bocca è fresco e sapido in equilibrio, caldo ed avvolgente, sensuale quasi con molta piacevolezza e finezza ad accompagnarci sino ad un bellissimo finale, lungo e persistente.

Vino di carattere, molto interessante e di grande qualità; lo proverei con l’astice alla catalana.

L’azienda vitivinicola Bodegas Félix Sanz è stata fondata nel 1934, nel cuore della denominazione di origine Rueda. Molto interessante è la casa rurale Viña Cimbrón, con la cantina risalente al quindicesimo secolo, di sicuro merita una visita. La denonominazione Rueda è conosciuta essenzialmente per la produzione di ottimi vini bianchi, dal vitigno locale Verdejo, a cui la cantina Félix Sanz ha affiancato nella linea produttiva anche il vitigno internazionale di origine francese Sauvignon Blanc.

Oggi ci versiamo nel calice il Rueda D.O. Viña Cimbrón Verdejo Selección, un vino ottenuto da uve selezionate Verdejo in purezza, da vigne di cinquant’anni di età, lasciate sui propri lieviti per circa tre mesi; la vendemmia 2014 si presenta di un bel colore giallo paglierino vivace e splendente, di media consistenza nel calice. Abbondano gli aromi fruttati molto intensi, di albicocca, ananas, e pesca bianca, seguiti da fiori bianchi, vaniglia e da una certa mineralità; minerale anche al palato, ritroviamo simmetricamente la frutta anche al gusto, il tutto solcato da una veleggiante freschezza piacevolissima e stuzzicante. Di una certa struttura, termina a poco a poco con un finale di media lunghezza e persistenza.

Un vino molto gustoso che abbinerei con una bella impepata di cozze.

Torniamo in località La Seca, nella provincia di Valladolid, nel cuore della denominazione di origine Rueda, dove si trova l’azienda Bodega Reina de Castilla; qui piccoli e grandi coltivatori di famiglia, con vigneti di lunga data, hanno unito la loro esperienza e saggezza per dare vita ad una moderna cantina, con oltre 200 ettari di vigneti all’avanguardia per la produzione di vini di qualità di livello internazionale.


Reina de Castilla Cantina possied tre punti di riferimento sulla scena spagnola e sta iniziando ad aprirsi un varco nei mercati internazionali: Reina de Castilla, El Bufón e Isabelino,vini caratteristici e varietali che hanno raggiunto i premi più prestigiosi nel mondo, come ad esempio il Trofeo Regionale di Decanter, la medaglia d’oro al Concours Mondial di Bruxelles e il Grande Manojo in Spagna.

Oggi ci versiamo nel calice il Rueda D.O. Reina de Castilla Sauvignon, proveniente dalla vendemmia 2013: di colore giallo paglierino con riflessi dorati, possiede una buona consistenza nel calice da cui provengono intensi richiami al mondo vegetale; ginestra e foglia di pomodoro, basilico e scorza di limone, conducono un profilo olfattivo elegante e brillante, condito da aromi affumicati e di frutta gialla. In boca si dimostra di incisiva freschezza, con venature di sapidità bilanciata da un ottimo corpo, snello ma di buona complessità. Fine e molto piacevole, chiude con un finale di buona persistenza e lunghezza; lo proverei in abbinamento con dei tagliolini con le triglie.