Roero

Roero Docg Riserva Sudisfà 2016, Negro

by Vitocco Francesco on

In località Sant’Anna, una frazione di Monteu Roero, nella provincia di Cuneo, sorge l’azienda vitivinicola Negro, realtà storica delle Langhe le cui origini risalgono al lontano 1670; ad oggi può contare su circa sessanta ettari vitati, per una produzione annua che si aggira intorno alle trecentocinquantamila bottiglie all’anno. Siamo nella terra di sua maestà Nebbiolo, sapientemente declinato nelle Docg Roero e Barbaresco, ma qui si possono assaggiare anche interessanti vini bianchi dal vitigno Arneis, in versione secco e fermo, spumante e passito.

Oggi stappiamo la storica selezione Roero Docg Riserva Sudisfà, prodotto dal Nebbiolo posto a circa trecentoquaranta metri d’altezza, affinato per trentadue mesi fra legno e bottiglia; dalla vendemmia 2016 ci giunge nel calice con un bel colore rosso granato intenso, decisamente consistente, aprendosi al naso lentamente con richiami ai frutti di bosco, alla confettura di ciliegie ed alla viola, proseguendo su sentieri evoluti di liquirizia, vaniglia, pepe, cannella e cuoio.

In bocca risulta compatto e succoso, con tannini precisi e una componente pseudocalorica decisa, scorrendo abbastanza morbido con una buona dose di freschezza e sapidità; molto complesso e strutturato, denota eleganza ed equilibrio, seppur fra qualche anno potrà essere armonioso.

Il finale è di ottima fattura, lungo e molto persistente, a chiudere un assaggio di grande qualità; ad oggi lo abbinerei con carni in umido, come uno spezzatino di manzo al pepe.

Roero Riserva Docg Ciabot San Giorgio 2014, Negro

by Vitocco Francesco on

In località Sant’Anna, una frazione di Monteu Roero, nella provincia di Cuneo, sorge l’azienda vitivinicola Negro, realtà storica delle Langhe le cui origini risalgono al lontano 1670; ad oggi può contare su circa sessanta ettari vitati, per una produzione annua che si aggira intorno alle trecentocinquantamila bottiglie all’anno. Siamo nella terra di sua maestà Nebbiolo, sapientemente declinato nelle Docg Roero e Barbaresco, ma qui si possono assaggiare anche interessanti vini bianchi dal vitigno Arneis, in versione secco e fermo, spumante e passito.

Oggi ci versiamo nel calice il Roero Riserva Docg Ciabot San Giorgio vendemmia 2014, che si presente di un bel colore rosso rubino con riflessi granato, decisamente consistente; il bouquet olfattivo è ampio e intenso, con profumi di ribes, sottobosco, viola, noce moscata, liquirizia e pepe nero, con ampie sfumature balsamiche. Al palato si percepisce una bella struttura ricca di tannini croccanti, con un frutto pieno e maturo; caldo, pieno e di grande complessità, già ottimo ora, promette un lungo futuro importante.

Il finale è completo, lungo e persistente, degna chiusura di un Roero di qualità da cercare e conservare; ora lo porterei in tavola con un fagiano al tartufo.

 

Roero Arneis Docg Il Griso 2015, Vinchio – Vaglio Serra

by Vitocco Francesco on

La cooperativa Vinchio – Vaglio Serra è stata fondata nel 1959 e ad oggi vanta più di 180 soci conferenti e un patrimonio di ettari vitati che supera i quattrocento. Siamo nella provincia di Alessandria e qui a farla da padrona è la Barbera, insieme ad altri classici del territorio come Grignolino, Dolcetto, Nebbiolo, Ruchè ed Arneis.

Il Roero Arneis Docg Il Griso si presenta per l’annata 2015 di un bel colore giallo paglierino luminoso e di discreta consistenza nel calice; al naso apre con toni di camomilla e caprifoglio, seguiti da pera, erbe aromatiche e salvia. Al palato risulta piacevolmente fresco, con una struttura minerale e di buon calore; il sorso di grande piacevolezza si protrae con buona persistenza aromatica.

Vino bianco interessante e di qualità, lo abbinerei ad un’orata al cartoccio.