Rioja

Rioja D.O.Ca Reserva 200 Monges 2010, Bodegas Vinicola Real

by Vitocco Francesco on

In località Albelda de Iregua, nella splendida Rioja del vino, sorge l’azienda vitivinicola Bodegas Vinicola Real, fondata nel 1989 da Miguel Ángel Rodríguez; dotata di una struttura ricettiva all’avanguardia e di spazi capaci di valorizzare i vini qui prodotti, vengono coltivati circa diciotto ettari di vigneto di proprietà, con una netta prevalenza di uve Tempranillo, affiancate da Graciano, Garnacha e Mazuelo.

Oggi stappiamo il Rioja D.O.Ca Reserva 200 Monges, forse il vino simbolo della cantina riojana: incontro di uve Tempranillo all’85%, Graciano al 10% e Garnacha per la rimanenza, affina per circa diciotto mesi in botti nuove di rovere francese ed americano, a cui seguono altri diciotto mesi di riposo in bottiglia. Il frutto della vendemmia 2010 è un vino di colore rosso granato, molto consistente nel calice; al naso è una lenta esplosione di profumi fruttati, more e lamponi, prugna matura, violetta essiccata, seguiti da rabarbaro, humus, cannella e tabacco. Profondo al palato, dimostra una grande struttura, contornata da una freschezza e sapidità ben poste in equilibrio; gentile l’impianto tannico, apre ad un pieno gusto fruttato ed ancora speziato. Chiude con un finale lungo e molto persistente.

Ottimo rosso della Rioja, lo proverei con piatti importanti come un succulento fagiano al forno.

Rioja D.O.Ca Reserva Cubanegra 2012, Bodegas Mitarte

by Vitocco Francesco on

In località Labastida, nella Rioja Alavesa del vino, sorge l’azienda vitivinicola Bodegas Mitarte, realtà a conduzione familiare da più di sessant’anni. Tradizione ma anche innovazione nei vini ottenuti dai vitigni Viura, Garnacha e soprattutto Tempranillo, la regina delle uve a bacca rossa della Rioja.

Il Rioja D.O.Ca Reserva Cubanegra proveniente dalla vendemmia 2012 è composto da uve Tempranillo in purezza affinate per circa diciotto mesi in botti nuove di rovere francese e americano, a cui viene fatto seguire un riposo di altri ventiquattro mesi almeno in bottiglia; il vino si presenta di un bel colore rosso rubino con riflessi granato, decisamente consistente nel calice.

Al naso si apre in progressione, inizialmente con note fruttate di marasca e prugna matura, a cui fanno seguito cannella, violetta essiccata rabarbaro e tabacco biondo, sentori ampi e intensi; in bocca è possente e vigoroso, con tannini decisi e ben amalgamati nella struttura profonda e succosa. Di buon calore e complessità, ripropone nel finale una bella sintesi di quanto percepito all’olfatto.

Interessante Tempranillo di spessore che saprà ben affrontare il passare del tempo; lo abbinerei con una bella tagliata di manzo.

Rioja D.O.Ca Reserva 2012, Viña Bujanda

by Vitocco Francesco on

L’azienda vitivinicola spagnola Viña Bujanda si trova in località Logroño, nella Rioja, con centoventi ettari di vigna che si estendono fra la Rioja Alavesa e la Rioja Alta; di proprietà della famiglia Martinez Bujana, produce circa ottocentomila bottiglie all’anno, dai vitigni Tempranillo, Graciano ed anche Viura.

Il Rioja D.O.Ca Reserva targato 2012 è frutto di uve Tempranillo in purezza, affinate per due anni  in botte di rovere al 70% americano e al 30% francese; il vino si presenta di un bel colore rosso rubino con leggeri riflessi violacei, di ottima consistenza nel calice. Al naso si apprezzano profumi di viola essiccata, ribes, rabarbaro, frutto della passione, cannella e tabacco; in bocca i tannini sono ben definiti e presenti, la struttura è importante con buona freschezza e sapidità. Fruttato e speziato al gusto, possiede un finale importante di ottima persistenza e pulizia di bocca.

Tempranillo gustoso ed elegante, lo proverei con del pregiato formaggio Castelmagno.

Rioja D.O.Ca Pago Candela 2010, Martinez Palacios

by Vitocco Francesco on

L’avventura dell’azienda vitivinicola Martinez Palacios è cominciata quasi vent’anni fa, con l’intento di produrre vini della Rioja di alta qualità e di mettere a frutto una storia di famiglia che vanta esperienza nel mondo del vino sin dal 1882.

La produzione è incentrata sui vini rossi, seppur non manca un bianco di qualità come l’Ormaegui, efficace espressione di uve Viura, Malvasia e Garnacha Blanca.

Oggi assaggiamo il Rioja D.O.Ca Pago Candela, costituito al 90% da uve Tempranillo e da un 10% di Graciano, affinate per quindici mesi in barriques; l’annata 2010 si presenta di un bel colore rosso rubino con riflessi granato, consistente nel calice. Al naso si apre con una ventata di ricordi di prugne e more, viola essiccata e ciliegie, pepe in grani e tabacco scuro; in bocca è caldo strutturato, fitta e bene amalgamata è la trama tannica, sottolineata da buona freschezza, sapidità e da un frutto pieno e concentrato.

Lungo e completo anche il finale, ben si abbinerà con piatti di selvaggina e di formaggi stagionati.

Rioja D.O.Ca Cantos de Valpiedra 2013, Finca Valpiedra

by Vitocco Francesco on

Nel cuore della Rioja Alta, Finca Valpiedra è stata fondata nel 1999 e ad oggi si estende su di una superficie di circa ottanta ettari, settantadue dei quali dedicati al vitigno a bacca rossa Tempranillo. La produzione sfiora o supera a seconda delle annate le trecentomila bottiglie, duecentomila per il Cantos de Valpiedra, uno splendido esempio di Tempranillo in purezza di cui oggi assaggiamo l’annata 2013: il vino si presenta di un bel colore rosso rubino fitto e decisamente consistente nel calice. Il naso si delinea intorno ad un’intensità importante di note fruttate, prugna matura, marasca, ribes, con accenni di cannella e tocchi di cacao e pepe nero; in bocca si percepisce caldo e solcato da tannini croccanti, molto concentrato e fruttato, con note evolute che si accentueranno con il passare del tempo. Buona freschezza e ottima struttura, preparano gli anni che verranno per una maturazione di sicuro interesse.

Vino importante e di gran corpo, si distende in un finale piuttosto lungo e di buona persistenza; proviamolo con il capriolo al ginepro.

Rioja D.O.Ca Tempranillo VA! Maceracion Carbonica 2016, Alfaro

by Vitocco Francesco on

L’azienda vitivnicola Alfaro si trova nella Rioja, il distretto vinicolo forse più conosciuto e prestigioso della Spagna. In località Aldenueva de Ebro è nata nel 1974 questa interessante cantina, dedita da sempre alla viticoltura di qualità dalle basse rese e dalla vendemmia manuale. Siamo nel regno del vitigno a bacca rossa Tempranillo, di cui oggi assaggiamo un’interessante versione in purezza, il Rioja D.O.Ca Tempranillo VA! Maceracion Carbonica; il risultato della vendemmia 2016 si presenta di un bel colore acceso rosso rubino, di media consistenza nel calice. Al naso risulta fresco e intenso, con sentori ben definiti di fragola, lampone e mora; in bocca è ancora fresco e snello, avvolgente in una piacevolezza totale. Mediamente caldo, chiude con un finale pulito ed di media consistenza.

Tempranillo interessante, da provare con un buon piatto di salumi misti.

Rioja D.O.Ca De Padre 2013, Bodegas San Prudencio

by Vitocco Francesco on

In Località Moreda De Alava, nella Rioja Alavesa, sorge la Bodegas San Prudencio, azienda vitivinicola dedita alla coltivazione dei vitigni locali Tempranillo, Garnacha, Mazuelo, Graciano, Mcabeo e Malvasia.

Dei tanti vini interessanti oggi assaggiamo il Rioja D.O.Ca De Padre, costituito al 50% da Tempranillo e al 50% da Garnacha, affinato per diciotto mesi in botte. Il frutto della vendemmia 2013 possiede un bel manto rosso rubino con leggeri riflessi granato, consistente nel calice; il quadro olfattivo si tinge di frutti di bosco, iris, erbe aromatiche, rabarbaro e tabacco. Di ampio respiro in bocca, avvolgente e succoso, propone una bella struttura con tannini ben incorporati ed un ritorno fruttato succoso e goloso; equilibrato, ancora fresco e sapido, possiede doti evidenti di futura longevità.

Di media lunghezza, assaggiamolo con un buon bollito misto.

Rioja D.O.Ca Labarona Reserva 2011, Hacienda Grimon

by Vitocco Francesco on

A Ventas Blanca, nella rinomata Rioja del vino, sorge la cantina Hacienda Grimon, le cui origini risalgono al 1999, anno in cui Paco Oliván fondò una piccola Bodega a conduzione familiare. Ad oggi l’azienda può vantare ben trentasei ettari vitati, coltivati in maggioranza ad uva Tempranillo, seguita da Garnacha e Graciano, con sei ettari dedicati alle uve a bacca bianca, Sauvignon Blanc, Viura e Malvasia.

Il Rioja D.O.Ca Labarona Reserva è ottenuto da un 95% di uve Tempranillo con una puntina di Graciano, un vino che per l’annata 2011 si presenta di un bel colore rosso rubino con ampi riflessi granato; consistente nel calice, approccia l’olfatto con iniziali profumi di violetta e sottobosco, seguiti dal rabarbaro, radice di liquirizia, pepe bianco, more, cannella e tocchi balsamici e cioccolatosi. Al palato è una meraviglia di tannini, succosi e ben dosati, viatico ad una struttura importante, compatta e ben bilanciata; molti gli spunti per il futuro, è un Tempranillo questo che invecchierà molto bene in cantina; lunghissimo, lo proverei con l’abbacchio al forno.

Rioja D.O.Ca Reserva Roda I 2009, Bodegas Roda

by Vitocco Francesco on

In località Haro si trova il quartier generale dell’azienda vitivinicola Bodegas Roda, una delle realtà più prestigiose del mondo vinicolo del celle distretto spagnolo del La Rioja. Fondata nel lontano 1987, con la costruzione della splendida cantina iniziata nel 1991 e terminata nel 2001: un vero e proprio balcone spettacolare che si affaccia sul fiume Ebro, un luogo davvero suggestivo ed emozionante da visitare. Il vigneto aziendale si compone di tre varietà autoctone, il Tempranillo, il Graciano e la Garnacha, seguite e vendemmiate secondo una coltivazione sostenibile; da qui sono nate grandi ed eccellenti etichette, come il Cirson, i Roda, Roda I e Roda II, ed il Bodegas Roda Sela, tutti grandi esempi di Tempranillo, con il Roda condito da piccole percentuali di Garnacha e Graciano.

Uno dei gioielli dell’azienda è il Rioja D.O.Ca Reserva Roda I, Tempranillo con una piccola punta, 5%, di Graciano, affinato in botti di rovere francese nuove al 50% per sedici mesi e per venti poi in bottiglia; il frutto della vendemmia 2009 è un liquido denso di colore rosso rubino con riflessi granato, decisamente consistente. Ottimo il profilo olfattivo, ricco, intenso e complesso: rabarbaro, prugne, marmellata di more, violette, cannella, cacao e pepe nero; la bocca è gustosa e saporita, elegante con tannini nobili e calibrati. Caldo, con una venatura fresco sapida che si espande su tutto il palato; strutturato, complesso, dotato di un finale incredibilmente lungo.

Vino emozionante, di grande qualità, lo proverei con l’arrosto di puledro al forno.

Rioja D.O.Ca Experiencia 2 2011, Bodegas Paco Garcia

by Vitocco Francesco on

L’azienda vitivinicola Bodegas Paco Garcia si trova nel La Rioja, una delle zone più prestigiose di Spagna per quanto riguarda la produzione di vini di qualità. Come si può leggere sul sito internet, questa realtà è un progetto di I+D+I, che in non ha bisogno della traduzione dallo spagnolo: Investigación, Desarrollo e Innovación. La cantina è a conduzione famigliare e può vantare ben quaranta ettari di vigneti, sparsi su sette zone differenti della regione, coltivando Tempranillo, Garnacha e Graciano.

Oggi assaggiamo la bottiglia numero 5.031, delle 13.065 prodotte, del Rioja D.O.Ca Experiencia 2, ottenuto da uve Graciano al 100%, lasciate affinare per dodici mesi in botti di rovere francese nuove da 225 e da 500 litri; il frutto della vendemmia 2011 possiede un bel colore rosso rubino lucente, molto consistente nel calice; al naso si dispone su note di cassis, mirtilli, pepe nero, humus, rose essiccate e visciole in confettura. In bocca propone un alcol ben domato, tannini ingentiliti e molto piacevoli, una struttura impegnativa, con ritorni fruttati abbondanti; generoso, lungo e molto persistente, lo abbinerei con un cosciotto di tacchino al forno.

Un vero e proprio GRACIA – YES. Da cercare e provare.