D.O.

La Bodega Santiago Roma si trova in una vecchia casa colonica, completamente rinnovata e attrezzata, in località Pontevedra, nel distretto vitivinicolo spagnolo chiamato Rías Baixas. Nata nel 1997, l’azienda si è dedicata da subito alla produzione di vini di alta qualità, a partire dal vitigno a bacca bianca Albariño, arrivando ad oggi ad un’estensione di sei ettari di proprietà e sei ettari controllati.

Il Rías Baixas D.O. Burbulla Albariño Espumoso Brut Nature viene lasciato sui lieviti per almeno nove mesi, generando così delle splendide e fini bollicine; di colore giallo paglierino intenso, solletica l’olfatto con richiami intensi alla mela ed alla pera, all’albicocca ed alla salvia, alla crosta di pane ed alla pietra focaia.

In bocca scorre con buona freschezza e mineralità, deciso e vigoroso, elegante e succulento; preciso nel richiamare le sensazioni percepite al naso, chiude con una raffinata persistenza aromatica, lunga e simmetrica.

 

Fondata nel 2007 l’azienda vitivinicola Mar de Envero sorge in Galizia, in località A Coruña, e ad oggi è condotta sapientemente da Manyo Moreira, ritornato in questa zona della Spagna dopo aver realizzato interessanti progetti in diverse regioni vitivinicole iberiche.

Oggi ci versiamo nel calice il Rías Baixas D.O. Albariño Sobre Lias 2022, il quale si presenta vestito di un elegante abito giallo paglierino con leggere striature dorate; al naso approccia con intensità spavalda, ricco di aromi che ricordano alla mente la mela golden, la pera, la pesca bianca, la camomilla, il caprifoglio e la salvia, con cenni di ananas e pietra focaia.

In bocca sprigiona dinamismo legato da una vibrante freschezza ed una caparbia mineralità, il tutto reso maggiormente avvolgente dal passaggio sur lie capace di donare cremosità ed eleganza; caldo e gustoso, esprime con successo una media struttura ed un’eleganza ineccepibile, chiudendo con un finale lungo, molto persistente e capace di invogliare ad un secondo assaggio.

Un grande bianco iberico, ricco di qualità e tipicità, da provare in tavola con i calamari ripieni.

Ribera del Duero D.O. Garmón 2020, Garmon Continental

by Vitocco Francesco on

A Tudela del Duero, nei dintorni di Valladolid, si trova l’azienda vitivinicola Bodegas Mauro, una realtà che si è distinta sin dal 1978 per la produzione di vini rossi di alta qualità dalla produzione limitata e con la propensione all’invecchiamento. Dal 1980 un casolare antico del diciassettesimo secolo ospita una cantina sotterranea dove si trovano le botti per la maturazione del vino, a cui, dal 2004, si è affiancata una nuova struttura moderna. Della stessa famiglia García fa parte anche la Garmon Continental, sitata nel territorio della Ribera del Duero, e anche la San Roman nella D.O. Toro.

Oggi ci versiamo nel calice il Ribera del Duero D.O. Garmón 2020, ottenuto da uve Tempranillo in purezza; dopo 20 mesi di affinamento in botti di rovere francese arriva nel calice vestito di un bel colore rosso rubino fitto e molto consistente nel calice.

Al naso si esprime con richiami alla ciliegia, alle more ed alla prugna, con cenni di cannella, rabarbaro, cioccolato e humus; in bocca i tannini croccanti ben si integrano con una grande struttura, solcata da buina freschezza e misurata sapidità. Caldo, opulento e pieno di frutto, avvolge in un abbraccio tenace il gusto, distendendosi in un lungo finale intenso e molto persistente.

Un rosso di qualità e classe, da provare in abbinamento con dello stufato di cinghiale.

La Bodega Santiago Roma si trova in una vecchia casa colonica, completamente rinnovata e attrezzata, in località Pontevedra, nel distretto vitivinicolo spagnolo chiamato Rías Baixas. Nata nel 1997, l’azienda si è dedicata da subito alla produzione di vini di alta qualità, a partire dal vitigno a bacca bianca Albariño, arrivando ad oggi ad un’estensione di sei ettari di proprietà e sei ettari controllati.

Oggi assaggiamo un grande classico dell’azienda, il Rías Baixas D.O. Albariño Selección Val do Salnés 2022, ottenuto dalle uve poste su delle così dette “parcelas atlanticas”, data la vicinanza dei vigneti con l’Oceano Atlantico; affinato sui propri lieviti, giunge nel calice di un bel colore giallo paglierino luminoso, con leggeri riflessi dorati. Di media consistenza, si apre al naso con note molto intense che richiamano i fiori di tiglio, la mela golden, l’eucalipto, il bergamotto e gelsomino; al palato risulta di grande equilibrio, con una vibrante freschezza ed una sapidità ben dosata, il tutto immerso in un corpo caldo, saporito e ricco di frutto. Corposo e di buona complessità, si distende con classe in un finale elegante e di grande persistenza aromatica.

Un prezioso vino bianco spagnolo di assoluta qualità, ottimo in abbinamento con degli spaghettini ai frutti di mare.

 

Montsant D.O. Braó 2017, Acústic Celler

by Vitocco Francesco on

L’azienda vitivinicola Acústic Celler si trova in località La Coma de l’Hostal, alla periferia di Marçà, circondata dalla Mola e dalla Serra de Llaberia. Distesa su circa quarantadue ettari di vigneto, coltiva per quanto riguarda le uve a bacca bianca la Garnatxa  Blanca, Macabeu e Pansal, Garnatxa Roja e Carinyena a bacca rossa, all’interno della denominazione di origine Montsant.

Oggi ci versiamo nel calice l’annata 2017 del Montsant D.O. Braó, ottenuto da viti molto vecchie, fra i sessanta e i novantacinque anni, di Carinyena al 90% e per la rimanenza di Garnatxa Roja, affinate per dodici mesi in botti nuove e per altri tre anni in botti tostate; di colore rosso rubino fitto e consistente, all’olfatto regala intriganti sentori di prugna matura, viola essiccata, cassis, mammola e tabacco dolce. Il sorso è pieno, voluminoso e succoso, con bei tannini che affondano in un grande corpo, complesso e strutturato; gli aromi fruttati riemergono in un assaggio piuttosto equilibrato e di grande qualità.

Lungo e molto persistente, ottimo in abbinamento con carni alla brace.

La storia dell’azienda Bodegas Hermanos Pérez Pascuas affonda le proprie radici nel 1980, anno in cui i fratelli Benjamín, Manuel e Adolfo decidono di realizzare le potenzialità del vigneto di famiglia. Ad oggi si estende per ben centotrentacinque ettari, dedicati ai vitigni per lo più Tinta de País e Cabernet Sauvignon.

Uno dei gioielli della cantina spagnola è il Ribera del Duero D.O. Reseva Viña Pedrosa La Navilla, ottenuto da un affinamento di circa venti mesi in barriques e di altri dodici in bottiglia del vitigno Tempranillo in purezza; la vendemmia 2017 si presenta di colore rosso rubino intenso, luminoso e consistente nel calice. Il profilo olfattivo regala sensazioni di prugna matura, more sottospirito, terra bagnata, pepe nero e cacao, intense ed eleganti; in bocca procede con buona morbidezza, tannini decisi ma già gentili, con un ottimo equilibrio fra freschezza e sapidità ed un frutto pieno e succoso.

Complesso e di grande struttura, chiude con un finale lungo e molto persistente; grande rosso da portare in tavola con cacciagione e formaggi di lunga stagionatura.

 

La storica azienda Alvear può vantare una storia enologica iniziata nel lontano 1729, situata in locaità Moriles, Cordova, in Andalusia, all’interno della denominazione di origine Montilla Moriles; qui vengono prodotti interessanti vini bianchi e vini rossi, con una gran parte della produzione dedicata ai vini liquorosi ottenuti da Pedro Ximenes nelle varietà Fino, Oloroso e Dulce.

Oggi assaggiamo il Montilla Moriles D.O.  Pedro Ximenes Solera 1927 Dulce Natural, un vino che si presenta di un bel colore ambrato scuro, molto consistente nel calice; al naso abbondano gli aromi di corteccia, frutta candita, miele e zagara, con cenni di caffè e cacao, molto intensi ed ampi. In bocca è morbido e rotondo, molto caldo e profondo, con una dolcezza misurata e ben bilanciata immersa in una struttura decisa e complessa.

Lungo e molto persistente, lo proverei in abbinamento con del formaggio Stilton Blu.

La Bodega San Francisco Javier, conosciuta anche come Bodega de Sada, è un’interessante realtà cooperativa dedita alla produzione di vino di qualità; situata proprio in località Sada, nella zona denominata Navarra, nella Spagna settentrionale, conta quasi ottant’anni di storia essendo stata fondata nel 1939. Posta ai piedi dei Pirenei, coltiva i vitigni Garnacha, ma anche Cabernet Sauvignon e Merlot.

Oggi assaggiamo l’annata 2013 del Navarra D.O. Palacio de Sada Viñas Viejas, ottenuto da uve Garnacha in purezza affinate in botti di rovere francese ed americano; il vino si presenta di un bel colore rosso rubino luminoso e splendente, di buona consistenza nel calice. Il ventaglio olfattivo è ampio e articolato, con note di mirtillo, mora, spezie dolci, confettura di ciliegia e cannella, con delicate tostature; gli aspetti fruttati e speziati si ripropongono al palato, con buoni tannini in evidenza ed una lunga distensione abbastanza morbida. Di buon corpo, chiude con un finale adeguatamente lungo e nel complesso equilibrato.

Vino importante, lo affiancherei a del piccione al forno.

Catalunya D.O. Insignia 2016, Bodegas Ramon Roqueta

by Vitocco Francesco on

Fondata nel lontano 1898 l’odierna Bodegas Ramon Roqueta sorge in località Fonollosa, nel circondario di Barcellona, in Catalogna; estesa su circa cinquantaquattro ettari di vigneto, i vigneti coltivati sono Chardonnay, Garnacha Blanca, Cabernet Sauvignon, Tempranillo e Garnacha Tinta.

Oggi stappiamo il Catalunya D.O. Insignia 2016, un vino che celebra i centovent’anni di storia della cantina cantalana; prodotto in un’edizione limitata di sole seimila bottiglie, vuole essere un omaggio al suo fondatore Ramon Roqueta. Composto da uve Garnacha Tinta al 75%, Cariñena al 20% e Sumoll al 5% affinate in botti di rovere, il risultato è un vino dal colore rosso rubino elegante e luminoso e di buona consistenza nel calice; di buon impatto l’olfatto, con decise note di ciliegia, fiori rossi macerati, mora selvatica, macchia mediterranea e tabacco biondo. La struttura è appagante, sostenuta da un buon tannino preciso con richiami fruttati e speziati; senza spigoli gustativi, offre una lunga persistenza aromatica.

Vino convincente e di qualità, lo proverei in abbinamento con l’agnello in forno al rosmarino.

La Mancha D.O. Reserva Estola 2014, Bodegas Ayuso

by Vitocco Francesco on

L’azienda vitivinicola Bodegas Ayuso è stata fondata nel lontano 1947 a Villarrobledo, nel territorio di denominazione di origine La Mancha; a partire dal 1961 la famiglia cominciò a commercializzare vino in bottiglia, innalzando anno dopo anno il proprio livello qualitativo, con il lancio nel 1965 della prima riserva di Estola.

Il La Mancha D.O. Reserva Estola è stato ottenuto dalle migliori uve di Tempranillo e Cabernet Sauvignon, affinate in botti di rovere americano per due anni; l’annata 2014 si presenta di un colore rosso rubino acceso e molto consistente nel calice. Al naso arrivano note di ribes, ciliegie, terra umida, viola, polvere da sparo e ginepro; discretamente morbido al palato, i tannini croccanti si fondono con una bella struttura importante e complessa, consistente e calda. I ritorni fruttati sono molto piacevoli e succosi, portandoci per mano sino ad un finale di buona lunghezza e persistenza aromatica.

Lo abbinerei con il coniglio alla cacciatora.