Vini Spagna

La storica azienda Alvear può vantare una storia enologica iniziata nel lontano 1729, situata in locaità Moriles, Cordova, in Andalusia, all’interno della denominazione di origine Montilla Moriles; qui vengono prodotti interessanti vini bianchi e vini rossi, con una gran parte della produzione dedicata ai vini liquorosi ottenuti da Pedro Ximenes nelle varietà Fino, Oloroso e Dulce.

Oggi assaggiamo il Montilla Moriles D.O.  Pedro Ximenes Solera 1927 Dulce Natural, un vino che si presenta di un bel colore ambrato scuro, molto consistente nel calice; al naso abbondano gli aromi di corteccia, frutta candita, miele e zagara, con cenni di caffè e cacao, molto intensi ed ampi. In bocca è morbido e rotondo, molto caldo e profondo, con una dolcezza misurata e ben bilanciata immersa in una struttura decisa e complessa.

Lungo e molto persistente, lo proverei in abbinamento con del formaggio Stilton Blu.

All’interno della denominazione di origine protetta Granada sorge l’azienda vitivinicola fondata nell’anno 2000 Bodegas Al Zagal, il cui nome deriva dal sultano Abū `AbdAllāh Muhammad az-Zaghall chiamato dai cristiani Al Zagal, reggente di Granada dal 1485 al 1486. Situata in località Cogollos de Guadix, in Andalusia, vengono coltivate le uve Sauvignon Blanc, Tempranillo, Cabernet Sauvignon, Garnacha, Merlot e Syrah.

Il Vino de Calidad de Granada D.O.P. Reserva Rey Zagal è un vino costituito da uve Merlot al 44%, Tempranillo al 43% e Syrah al 13%, affinate per 12 mesi in botti di rovere americano, francese e ungherese: l’annata 2011 si presenta di un bel colore rosso rubino fitto e luminoso, di ottima consistenza nel calice; al naso esprime intense note di marasca, prugna matura, sottobosco, cannella e vaniglia, con cenni di cacao e di note balsamiche. In bocca scorre con tannini ben disposti e amalgamati in un corpo pieno e fruttato; gustoso, caldo e fresco, si apre a sensazioni fruttate e speziate, in un finale avvolgente e molto persistente.

Vino importante, da abbinare a carni succulente come un buon fagiano al forno.

La storia di questa azienda vitivinicola parte da un terreno di circa ottomila metri quadrati dove furono piantate le prime vigne di Bobal, all’incirca nel lontano 1914 quando in zona si era più propensi a coltivare cereali che a produrre vino; molti anni dopo gli ettari controllati sono circa trecentoventidue, suddivisi fra le zone di Camporrobles, La Roda, Jumilla e El Pinós.

Oggi assaggiamo l’ Utiel – Requena D.O.P. Pasión de Bobal, un vino che affina in botti di rovere di primo passaggio per circa sei mesi; il frutto della vendemmia 2016 si presenta di un bel colore rosso rubino intenso, di buona consistenza nel calice. Al naso arrivano dirette reminiscenze di lampone, viola essiccata, prugna matura, cannella e pepe rosa; in bocca scorre con buona morbidezza e calore, i tannini sono ben maturi e freschezza e sapidità sono in buon equilibrio.

Di buon corpo, sviluppa un buon equilibrio ed un frutto maturo e pieno; il finale chiude con buona lunghezza e persistenza. Lo proporrei in abbinamento con del coniglio con peperoni e salsiccia.

Ca l’Elsa Negre Reserva 2014, Eccociwine

by Vitocco Francesco on

In località San Martí Vell, nella splendida riserva naturale di Les Gavarres, in Catalogna, si trova l’azienda vitivinicola Eccociwine; la struttura è stata costruita circa dieci anni fa, nei pressi dell’antica fattoria chiamata Ca l’Elsa, da cui prende il nome il vino simbolo della cantina.

Oggi stappiamo proprio l’annata 2014 del Ca l’Elsa Negre Reserva, felice incontro di uve Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e Petit Verdot, affinate per circa ventiquattro mesi in botti di rovere francese e poi per altri dodici mesi in bottiglia; il vino possiede un bel colore rosso rubino giovane e luminoso, di buona consistenza nel calice. Il bouquet olfattivo è intenso e ampio, con richiami alla mora ed al rabarbaro, alla marasca ed alla noce moscata, ai chiodi di garofano, alla liquirizia ed alla china; in bocca esprime una sontuosa struttura, calda ed equilibrata fra tannini, freschezza e sapidità, pienezza del frutto e beva davvero intrigante. Snello ma profondo, possiede grande carattere ed una progressione decisa.

Lungo e molto persistente, risulta un vino di alta qualità, adatto ad abbinamenti con piatti di carne; lo proverei con il prosciutto crudo iberico, un altro prodotto spagnolo di indubbia qualità.

L’azienda vitivinicola Fontedei trae il nome dal toponimo romano dove sorge la cantina, attualmente il municipio di Deifontes, nei pressi della città di Granada nel sud della penisola iberica. I vigneti aziendali si trovano a mille metri di altitudine e coltivano le varietà Chardonnay, Sauvignon Blanc, Cabernet Sauvignon, Merlot, Syrah e Tempranillo.

Da uve Tempranillo, Cabernet Sauvignon e Merlot il Vino de Calidad de Granada D.O.P. Prado Negro affina per circa undici mesi in botti di rovere francese; l’annata 2014 si presenta di un bel colore rosso rubino spesso e profondo, decisamente consistente nel calice. Al naso approccia con note di ciliegia, eucalipto, prugna matura, viola essiccata, cuoio e cacao, discretamente morbido e di elegante trama tannica, possiede una bella struttura gustativa, calda e abbastanza morbida. Lungo e piuttosto persistente, si rende adatto a carni come il galletto alla brace.

Rioja D.O.Ca Reserva 200 Monges 2010, Bodegas Vinicola Real

by Vitocco Francesco on

In località Albelda de Iregua, nella splendida Rioja del vino, sorge l’azienda vitivinicola Bodegas Vinicola Real, fondata nel 1989 da Miguel Ángel Rodríguez; dotata di una struttura ricettiva all’avanguardia e di spazi capaci di valorizzare i vini qui prodotti, vengono coltivati circa diciotto ettari di vigneto di proprietà, con una netta prevalenza di uve Tempranillo, affiancate da Graciano, Garnacha e Mazuelo.

Oggi stappiamo il Rioja D.O.Ca Reserva 200 Monges, forse il vino simbolo della cantina riojana: incontro di uve Tempranillo all’85%, Graciano al 10% e Garnacha per la rimanenza, affina per circa diciotto mesi in botti nuove di rovere francese ed americano, a cui seguono altri diciotto mesi di riposo in bottiglia. Il frutto della vendemmia 2010 è un vino di colore rosso granato, molto consistente nel calice; al naso è una lenta esplosione di profumi fruttati, more e lamponi, prugna matura, violetta essiccata, seguiti da rabarbaro, humus, cannella e tabacco. Profondo al palato, dimostra una grande struttura, contornata da una freschezza e sapidità ben poste in equilibrio; gentile l’impianto tannico, apre ad un pieno gusto fruttato ed ancora speziato. Chiude con un finale lungo e molto persistente.

Ottimo rosso della Rioja, lo proverei con piatti importanti come un succulento fagiano al forno.

Terra Alta D.O. Vila – Closa Garnatxa Blanca 2017, La Botera

by Vitocco Francesco on

L’azienda vitivinicola La Botera si trova in località Batea, nella regione di Terra Alta; qui si incontrano tradizione ma anche innovazione, con una coltivazione che si dedica ai vitigni locali  Garnacha bianca e rossa, Macabeo e Samsó, ma anche a quelli internazionali Chardonnay, Merlot e Syrah.

Oggi ci versiamo nel calice il Terra Alta D.O. Vila – Closa Garnatxa Blanca, che per l’annata 2017 si presenta di un bel colore giallo paglierino brillante e di media consistenza; al naso offre un bouquet olfattivo ricco di frutta a polpa bianca, ananas, pompelmo e caprifoglio, con cenni di salvia e melone. In bocca è molto fresco e giustamente sapido, piacevole e di estrema pulizia. Piuttosto elegante e discretamente bilanciato, ben interpreta un territorio di grande generosità.

Garnacha interessante, adatta dall’aperitivo ai primi di pesce e verdura.

La Bodega San Francisco Javier, conosciuta anche come Bodega de Sada, è un’interessante realtà cooperativa dedita alla produzione di vino di qualità; situata proprio in località Sada, nella zona denominata Navarra, nella Spagna settentrionale, conta quasi ottant’anni di storia essendo stata fondata nel 1939. Posta ai piedi dei Pirenei, coltiva i vitigni Garnacha, ma anche Cabernet Sauvignon e Merlot.

Oggi assaggiamo l’annata 2013 del Navarra D.O. Palacio de Sada Viñas Viejas, ottenuto da uve Garnacha in purezza affinate in botti di rovere francese ed americano; il vino si presenta di un bel colore rosso rubino luminoso e splendente, di buona consistenza nel calice. Il ventaglio olfattivo è ampio e articolato, con note di mirtillo, mora, spezie dolci, confettura di ciliegia e cannella, con delicate tostature; gli aspetti fruttati e speziati si ripropongono al palato, con buoni tannini in evidenza ed una lunga distensione abbastanza morbida. Di buon corpo, chiude con un finale adeguatamente lungo e nel complesso equilibrato.

Vino importante, lo affiancherei a del piccione al forno.

Rioja D.O.Ca Reserva Cubanegra 2012, Bodegas Mitarte

by Vitocco Francesco on

In località Labastida, nella Rioja Alavesa del vino, sorge l’azienda vitivinicola Bodegas Mitarte, realtà a conduzione familiare da più di sessant’anni. Tradizione ma anche innovazione nei vini ottenuti dai vitigni Viura, Garnacha e soprattutto Tempranillo, la regina delle uve a bacca rossa della Rioja.

Il Rioja D.O.Ca Reserva Cubanegra proveniente dalla vendemmia 2012 è composto da uve Tempranillo in purezza affinate per circa diciotto mesi in botti nuove di rovere francese e americano, a cui viene fatto seguire un riposo di altri ventiquattro mesi almeno in bottiglia; il vino si presenta di un bel colore rosso rubino con riflessi granato, decisamente consistente nel calice.

Al naso si apre in progressione, inizialmente con note fruttate di marasca e prugna matura, a cui fanno seguito cannella, violetta essiccata rabarbaro e tabacco biondo, sentori ampi e intensi; in bocca è possente e vigoroso, con tannini decisi e ben amalgamati nella struttura profonda e succosa. Di buon calore e complessità, ripropone nel finale una bella sintesi di quanto percepito all’olfatto.

Interessante Tempranillo di spessore che saprà ben affrontare il passare del tempo; lo abbinerei con una bella tagliata di manzo.

Rioja D.O.Ca Reserva 2012, Viña Bujanda

by Vitocco Francesco on

L’azienda vitivinicola spagnola Viña Bujanda si trova in località Logroño, nella Rioja, con centoventi ettari di vigna che si estendono fra la Rioja Alavesa e la Rioja Alta; di proprietà della famiglia Martinez Bujana, produce circa ottocentomila bottiglie all’anno, dai vitigni Tempranillo, Graciano ed anche Viura.

Il Rioja D.O.Ca Reserva targato 2012 è frutto di uve Tempranillo in purezza, affinate per due anni  in botte di rovere al 70% americano e al 30% francese; il vino si presenta di un bel colore rosso rubino con leggeri riflessi violacei, di ottima consistenza nel calice. Al naso si apprezzano profumi di viola essiccata, ribes, rabarbaro, frutto della passione, cannella e tabacco; in bocca i tannini sono ben definiti e presenti, la struttura è importante con buona freschezza e sapidità. Fruttato e speziato al gusto, possiede un finale importante di ottima persistenza e pulizia di bocca.

Tempranillo gustoso ed elegante, lo proverei con del pregiato formaggio Castelmagno.