Vini Germania

Riesling Kreuznacher Kahlenberg Trocken 2018, Dönnhoff

by Vitocco Francesco on

L’azienda vitivinicola Dönnhoff sorge a Oberhausen, nel distretto vinicolo Tedesco del Nahe, e discende da una lunga tradizione di famiglia risalente ad alcuni secoli fa. Vero e proprio punto di riferimento della zona, è dai suoi trenta ettari vitati che nascono alcuni dei migliori Riesling del mondo, per una produzione annua che si attesta intorno alle 180.000 bottiglie.

Il Riesling Kreuznacher Kahlenberg in versione Trocken, cioè secca, si presenta per la giovane annata 2018 di un bel colore giallo paglierino scintillante, di media consistenza nel calice; al naso si percepiscono intensi sentori di ananas, albicocca, litchi, salvia e una buona dose di richiami minerali, di buona ampiezza. L’ingresso al palato è molto fresco, con note pseudocaloriche che seguono una mineralità incisiva e molto piacevole; di medio corpo, esprime con vigore un frutto pieno e soddisfacente con eleganza e coerenza.

Di buona lunghezza e persistenza, ottimo Riesling da abbinare a piatti di pesce o risotti di verdura.

Riesling Auslese Oestricher Doosberg 1992, Weingut Wegeler

by Vitocco Francesco on

La storica azienda vitivinicola Weingut Wegeler, fondata a metà del diciannovesimo secolo,  sorge in località Oestrich – Winkel, nel distretto tedesco del Rheingau, terreno d’elezione per la produzione del Riesling; da quest’angolo di Germania infatti provengono alcune delle migliori interpretazioni al mondo del nobile vitigno a bacca bianca. Da quarantacinque ettari vitati la cantina produce una media di trecentotrentamila bottiglie all’anno, praticamente solo di Riesling dalla diversa concentrazione zuccherina, dal secco trocken al dolce trockenbeerenauslese.

Il Riesling Auslese Oestricher Doosberg proveniente dalla vendemmia 1992 si presente di un bel colore giallo paglierino luminoso con ampi cenni dorati, di buona consistenza nel calice; al naso si apprezzano note raffinate e molto intense di ananas, limone, zenzero, sambuco e molta mineralità.

In bocca si esalta un equilibrio fra componenti gliceriche, calore e dolcezza, con una vibrante freschezza e ancora mineralità; spuntano note agrumate che ben si combinano con una struttura tesa ma rotonda, il tutto amalgamato con profondità e classe.

Il finale è molto lungo, fine e persistente, gli anni sembrano essere passati in un attimo lasciando presagire un future ancora radioso; una preziosa gemma da meditazione.

Riesling Wiltinger 2016, Weingut Van Volxem

by Vitocco Francesco on

Situata in località Wiltingen, nel Saar tedesco, l’azienda vitivinicola Van Volxem vanta una lunga storia che affonda le proprie radici nel lontano 1700; oggi si estende su di una superficie vitata di circa quarantadue ettari, dedicati quasi esclusivamente al vitigno Riesling e con una piccola produzione di Weissburgnder, per un totale di circa trecentomila bottiglie.

Il Riesling Wiltinger targato 2016 possiede un bel colore giallo paglierino luminoso, limpido e di buona consistenza nel calice; intenso all’olfatto, propone note di mango, pera, agrumi amari, litchi e tanta mineralità decisa e incisiva. Anche al palato la mineralità è pregevole, affiancata da una bellissima freschezza tipica di questo vitigno; molti i richiami alla frutta tropicale in una complessità elegante ed una consistenza importante.

Lungo, quasi affilato il finale, chiude un assaggio elegante e convincente; Riesling da provare con una tartare di salmone di qualità.

Blauer Spätburgunder Badischer Landwein Talrain 2015, Ziereisen

by Vitocco Francesco on

A Efringen – Kirchen, nel distretto vitivinicolo del Baden, si trova l’azienda vitivinicola Weingut Ziereisen; sui sedici ettari vitati predomina la coltura dello Spätburgunder, un po’ meno della metà del totale, seguito soprattutto da Gutedel, Weissburgunder e Grauburgunder.

Apriamo oggi il Blauer Spätburgunder Badischer Landwein Talrain targato 2015: di colore rosso rubino scarico e leggermente trasparente, possiede una buona consistenza nel calice; al naso si apre lentamente con profumi che ricordano il ribes, il lampone, il rabarbaro e la cannella, di buona intensità ed ampiezza.

Morbido e caldo a palato, possiede una buona struttura, con tannini eleganti ed un frutto succoso e piacevole; fresco e sapido in equilibrio, chiude con un finale discretamente lungo e persistente.

Lo proverei con dello spezzatino di manzo con piselli.

Spätburgunder Franz Anton 2015, Franz Keller

by Vitocco Francesco on

In località Vogtsburg – Oberbergen, nel Baden tedesco, sorge l’azienda vitivinicola Franz Keller; il vigneto si estende per circa trentacinque ettari dedicati in larga parte alle varietà di origine francese Grauburgunder, Spätburgunder, Weissburgunder e Chardonnay. Da una produzione annua che si aggira intorno alle duecentomila bottiglie assaggiamo oggi l’annata 2015 dello Spätburgunder Franz Anton: il vino si presenta di un bel colore rosso rubino trasparente e luminoso, di media consistenza nel calice; al naso si percepiscono sottili aromi di lampone e violetta, seguiti da eleganti richiami alla mora, alla cannella ed al cioccolato bianco, ampi ed intensi.

In bocca scorre rotondo e speziato, con buona freschezza e sapidità; netto e generoso il frutto, trasmette estrema piacevolezza e finezza; lungo e persistente il finale, lo proverei in abbinamento con una classica tagliata di manzo.

Grauer Burgunder Badischer Landwein Jaspis 2015, Ziereisen

by Vitocco Francesco on

A Efringen – Kirchen, nel distretto vitivinicolo del Baden, si trova l’azienda vitivinicola Weingut Ziereisen; sui sedici ettari vitati predomina la coltura dello Spätburgunder, un po’ meno della metà del totale, seguito soprattutto da Gutedel, Weissburgunder e Grauburgunder.

Il Grauer Burgunder Badischer Landwein si presenta per l’annata 2015 di un bel colore giallo paglierino luminoso, di buona consistenza nel calice; al naso arrivano bei profumi di gelsomino, pesca bianca, mandorla, biancospino, susina e fiori di campo. Fresco e succoso, caldo e dalla sapidità sottile, coinvolge il buon equilibrio e l’ottima piacevolezza; lunga e pulita la persistenza aromatica, lo proverei in abbinamento con un rombo al forno in crosta di patate.

Da provare assolutamente la linea completa di Spätburgunder.

L’azienda vitivinicola Dr. Heger è una delle più prestigiose del distretto vinicolo Tedesco del Baden; situata in località Ihringen, si trova a ovest della splendida città di Freiburg. Gli ettari dedicati alla coltivazione della vite sono venti, coniugati in una produzione che si aggira intorno alle centoventimila bottiglie all’anno, a prevalenza Spätburgunder, circa il trenta per cento del totale, seguito da Grauburgunder, Weissburgunder, Riesling, Silvaner e Chardonnay.

Oggi assaggiamo una storica annata del Riesling Ihringer Winklerberg Spätlese, la 2002: di uno splendido colore giallo fra il paglierino ed il dorato, si muove nel calice con una certa consistenza; al naso, dopo averlo lasciato distendere, regala generose note di mimosa, arancia candita, albicocca, litchi e ginestra, con ventate di mela e zafferano, molto ampie ed intense. In bocca è una poesia di aromi e simmetrie, richiami floreali e fruttati avvolti e confezionati da una regale freschezza, perfettamente abbinata al residuo zuccherino che impreziosisce il tutto; il tempo ha reso la struttura equilibrata e profonda, con un finale lunghissimo ed emozionante.

Riesling prezioso, annata che ha solcato il mare del tempo con il vento sempre in poppa.

In località Morscheid, nella Mosella del vino tedesco, sorge la storica azienda vitivinicola Weingut Reichsgraf von Kesselstatt, fondata nel lontano 1377. Disposta su circa trentasei ettari vitati, produce una media di duecentoventimila bottiglia l’anno, concentrandosi quasi esclusivamente sul vitigno Riesling.

Oggi assaggiamo il Riesling Spätlese Josephshöfer proveniente dalla vendemmia 2015, un vino di colore giallo paglierino luminoso, mediamente consistente nel calice. Al naso spiccano le note fruttate di litchi, mela renetta, albicocca, salvia e burro, con una bella linea minerale; in bocca la decisa freschezza procede a braccetto con un certo residuo zuccherino, rendendo il sorso piuttosto equilibrato e molto piacevole.

Snello ed elegante, chiude con determinata persistenza aromatica, lunga e corale.

Ottimo Riesling, perfetto per un abbinamento con i crostacei.

 

L’azienda vitivinicola Karl Haidle è una delle più antiche cantine della bellissima Remstal, situata nelle vicinanze di Stoccarda, nel circondario di Stetten, conosciuto storicamente per la qualità dei propri Riesling, cosa non commune nel distretto vitivinicolo del Württemberg. Lo Stettener Pulvermächer rappresenta poi una delle zone più vocate per la produzione di Riesling di qualità, seppur la cantina Karl Haidle si stia concentrando anche sui vini rossi.

Assaggiamo oggi il Riesling Stettener Pulvermächer GG Trocken targato 2016, un vino di colore giallo paglierino brillante, di buona consistenza nel calice. I profumi intensi sono quelli della mela renetta, del pomplemo e dell’ananas, con biancospino e caprifoglio a completare il tutto; sapido e molto fresco in bocca, esprime grande tipicità e classicità, con sferzate importanti e tanto carattere, buon calore e discrete eleganza.

Il sorso pulito e generoso si apre ad un finale simmetrico e discretamente lungo; Riesling molto piacevole e di buona complessità, senza concessioni a residui zuccherini o compromessi: ottimo!

Cuvée 3 Schwestern 2017, Weingut Weegmüller

by Vitocco Francesco on

Neustadt – Haardt, nel Pfalz della Germania del vino, qui si trova la Weingut Weegmüller, azienda vitivinicola dedita alla produzione di vini di qualità dal classico vitigno Riesling, che copre il sessanta per cento del vigneto; non manacno poi altri vitigni a bacca bianca come il Grüner Veltiliner, Grauburgunder, Kerner, Gewürztraminer e Scheurebe, per una produzione annua che si attesta intorno alle centodiecimila bottiglie.

La Cuvée 3 Schwestern, cioè “3 Sorelle”, è composta dai tre vitigni favoriti appunto dalle tre sorelle: Grauburgunder, Scheurebe e Weissburgunder: l’annata 2017 si presenta di un bel colore giallo paglierino luminoso e brillante, di media consistenza nel calice; molto fresco all’olfatto, propone intense note di mela, pesca, glicine, a tratti ananas, ma anche biancospino e erba appena tagliata. In bocca prevale una certa mineralità, supportata da buona freschezza e calore; intensi i ritorni fruttati, chiude con un finale di buona lunghezza, elegante, pulito e molto piacevole.

Vino originale, ben lavorato e di qualità, lo abbinerei ad una trota cotta in padella con dell’erba cipollina.