Vini Germania

Pinot Noir Réserve 2021, Weingut Kopp

by Vitocco Francesco on

In località Sinzheim – Ebenung, nel distretto vitivinicolo tedesco del Baden, sorge la Weingut Kopp, rinomata azienda vinicola capace di regalare ogni anno alcuni dei migliori vini della regione. Di concezione internazionale, i vitigni maggiormente coltivati sono infatti lo Chardonnay, il Weissburgunder, il Grauburgunder, il Sauvignon Blanc, il Viogner, il Riesling, il Pinot Noir ed il Syrah.

Oggi ci versiamo nel calice l’annata 2021 del Pinot Noir Réserve, un vino di colore rosso rubino scarico, tipico del vitigno, luminoso e limpido; di media consistenza, si apre lentamente al naso con richiami alla prugna ed al lampone, alla foglia di pomodoro, alla cannella ed alle spezie dolci.

L’attacco al palato è sapido e gustoso, avvolgente e gentile data la trama tannica vellutata e la componente pseudocalorica ben dosata; fruttato e speziato anche al gusto, risulta ben bilanciato ed equilibrato, chiudendo con un finale lungo e persistente.

Un Pinot Noir di carattere e qualità, ottimo in tavola con il piccione al forno.

Riesling Husarenkappe GG 2016, Weingut Burg Ravensburg

by Vitocco Francesco on

La storica azienda vitivinicola Weingut Burg Ravensburg sorge nel Baden tedesco, in località Östringen – Tiefenbach. Menzionata per la prima volta in un documento nel 1251, la cantina Burg Ravensburg non è solo una delle più antiche del mondo, ma è anche nota per i suoi storici vigneti di eccezionale qualità, per il Riesling l’Husarenkappe ed il Kapellenberg, il  Löchle per le varietà di origine borgognona ed il Dicker Franz per il Blaufränkisch.

Oggi ci versiamo nel calice l’annata 2016 del Riesling Usarenkappe GG, un vino dotato di uno splendido colore fra il giallo paglierino ed il dorato, limpido e scintillante; di media consistenza, riempie l’olfatto con sensazioni intense e ampie di litchi, ananas, zagara, melone, biancospino e salvia, con una bella nota minerale. Anche al palato spicca una certa mineralità, affiancata da una vibrante freschezza ed una buona avvolgenza, con note pseudocaloriche delicate e gentili. In grande progressione sensoriale, non manca mai di essere elegante, sino al finale lungo e di buona persistenza.

Un Riesling di grande qualità e struttura, ottimo in abbinamento con dei tagliolini all’astice.

Riesling Saarburger Alte Reben Trocken 2020, Dr. Wagner

by Vitocco Francesco on

L’azienda vitivinicola Dr. Wagner si trova a Saarburg, in quella parte di Germania da cui provengono alcuni dei migliori vini bianchi del mondo, naturalmente dal re dei vitigni tedeschi, sua maestà il Riesling. Dai sette ettari vitati infatti la cantina produce circa sessantamila bottiglie solo ed esclusivamente di Riesling, declinato ovviamente in varie versioni caratterizzate da un residuo zuccherino molto diverso, con anche una versione spumantizzata molto interessante.

Oggi assaggiamo il Riesling Saarburger Alte Reben Trocken proveniente dalla vendemmia 2020, un vino dal colore giallo paglierino con leggeri riflessi color verdolino, di media consistenza nel calice; al naso si apprezzano intensi e diretti profumi di mughetto, mela smith, agrumi, pesca bianca, bergamotto e lime, con un buon richiamo al mondo minerale. In bocca è secco, dalla freschezza sferzante e tagliente, condito da vibrante sapidità e generose note pseudocaloriche; teso, pulito e di buona complessità, si distende in un finale molto lungo e persistente.

Un Riesling tenace, franco, grintoso e di ottima qualità, da provare in abbinamento con la cucina Thailandese.

Riesling N°21 Ayl Premier Cru 2021, Weingut Peter Lauer

by Vitocco Francesco on

Ad Ayl, lungo la Trierer Strasse, sorge l’azienda vitivinicola Peter Lauer, situata nel distretto vinicolo tedesco del Saar. Giunti ormai alla quinta generazione, la famiglia Lauer si dedica alla coltivazione della vite da più di centosettantacinque anni, realizzando Riesling eccellenti ed emozionanti.

Oggi ci versiamo nel calice l’annata 2021 del Riesling N°21 Ayl Premier Cru, un vino di colore giallo paglierino molto luminoso. Di media consistenza, si apre vigoroso al naso con variegate nuances di pesca bianca, lime, agrumi e salvia, con sbuffi minerali e di frutta secca quasi tostata.

In bocca è secco e molto fresco, di grande impatto al palato, minerale e caldo, avvolgente e sempre in spinta, con ritorni fruttati generosi e succulenti. Elegante e snello, si allunga in un finale decisamente persistente.

Un Riesling di pregio che abbinerei ad una carbonara di pesce.

Lemberger Neipperg Schlossberg 2018, Weingut Graf Neipperg

by Vitocco Francesco on

Il Württemberg Tedesco si afferma sempre di più come zona vocata per la produzione di vini di qualità, sia bianchi che rossi. In località Schwaigern sorge l’azienda vitivinicola Graf Neipperg, le cui origini risalirebbero addirittura all’anno 1248; ad oggi si estende su circa trentadue ettari vitati, dedicati alle varietà locali Lemberger, Riesling, Trollinger e Rivaner, oltre a quelle più internazionali come Spätburgunder, Syrah, Cabernet Sauvignon, Merlot, Muskateller e Weissburgunder, per un totale di produzione che si aggira intorno alle centottantamila bottiglie all’anno.

Il Lemberger Neipperg Schlossberg 2018 si presenta nel calice di un bel colore rosso rubino luminoso e limpido, di media consistenza. Il naso è fresco ed intenso, con belle note di prugna matura, sottobosco, cannella, vaniglia e rabarbaro; in bocca possiede una buona freschezza, tannini delicati ed una discreta morbidezza. Abbastanza caldo, di medio corpo, regala ancora sensazioni fruttate e speziate. Lungo e persistente, si dimostra equilibrato e molto piacevole.

Da provare in abbinamento con un buon carrè di agnello.

Nel distretto vinicolo del Palatinato tedesco, in località Hainfeld, lungo la Weinstrasse, sorge l’azienda vitivinicola Bernhard Koch, uno dei punti di riferimento per la produzione di vini di alta qualità; gli ettari vitati sono circa quarantasette, per una produzione annua che si aggira intorno alle quattrocentomila bottiglie, con una prevalenza di Riesling, seguito da Pinot Noir, Pinot Grigio e Bianco e Chardonnay, con un’interessante produzione di Sekt, ovvero spumante.

Da una selezione di uve Pinot Noir ci versiamo nel calice la Grande Réserve Hainfelder Letten Trocken, la cui annata 2017 si presenta con un vestito di color rosso rubino scarico, luminoso e di media consistenza. Delicatamente fruttato al naso, emergono fragoline e lamponi, seguiti da rabarbaro e  muschio, conditi poi da accenni balsamici e mentolati; in bocca si apre con una trama tannica morbida e succosa, ottimamente in equilibrio con calibrate note pseudocaloriche, freschezza e sapidità. Complesso ed elegante, si distende in un finale lungo e molto persistente.

Qualità a tutto tondo in un Pinot Noir da scoprire e ricercare, vale a pena affrontare il viaggio anche per visitare la cantina con le sue 350 barriques; in tavola proviamolo con del controfiletto di vitellone al pepe.

L’azienda vitivinicola Aldinger si trova nel Württemberg, in Germania, e precisamente in località Fellbach; i trenta ettari vitati, da cui si ottengono circa duecentomila bottiglie l’anno, sono dedicati al Riesling in primis, seguito da Spätburgunder, Lemberger, Trollinger, Cabernet Sauvignon, Merlot, Sauvignon Blanc, Chardonnay e Weissburgunder.

Dalla “Schatzkammer” del Winemaker, la camera dei tesori, assaggiamo oggi lo Spätburgunder Untertürkheim Gips GG Marienglas, affinato in barrique per sedici mesi; il frutto della vendemmia 2014 di un bel colore rubino trasparente con ampi riflessi granato, di media consistenza nel calice.

Al naso propone una sequenza aromatica intensa di frutti di bosco, cassis, muschio, chiodi di garofano, felce ed un’aristocratica speziatura a chiudere; il sorso è sapido e fresco, caldo e morbido, ben bilanciato, strutturato con un tannino gentile ed una leggera nota amaricante molto piacevole.

Lungo e molto persistente il finale, impreziosisce un assaggio di grande qualità; lo porterei in tavola con del capriolo al ribes.

Riesling Forst Trocken 2020, Dr. von Bassermann – Jordan

by Vitocco Francesco on

Quando parliamo dei vini del Palatinato Tedesco una tappa obbligatoria ci porta a Deidesheim, dove si trova la storica azienda vitivinicola Dr. Bassermann – Jordan ; qui la tradizione del vino è una questione di famiglia, infatti è da più di trecento anni che la dinastia produce vini, di qualità sempre più elevata. Dai quarantanove ettari vitati, suddivisi in venti parcelle, la cantina del Pfalz realizza grandi Riesling in primis, ma non mancano interessanti Chardonnay, Weissburgunder, Grauburgunder, Sauvigon Blanc, Gelber Muskateller, Gewürztraminer e Spätburgunder, con anche qualche bollicina di buon livello, qui chiamata sekt.

Ci versiamo nel calice l’annata 2020 del Riesling Forst Trocken vestita di un bel colore giallo paglierino, di medi consistenza; all’olfatto si percepiscono aromi che ricordano la pera,  il pompelmo, il cedro,  erbe officinali ed una grande mineralità; ottima anche la mineralità che esprime al palato, classicamente fresco – acido, con un’espressione del frutto piena e generosa. Caldo e abbastanza complesso, rinfresca e soddisfa con eleganza e precisione; il finale lungo e persistente mantiene una vigile tensione, senza cedimento alcuno.

Ottimo in abbinamento con piatti a base di pesce.

Nel distretto vinicolo del Palatinato, in tedesco Pfalz, sorge a Deidesheim l’azienda Von Winning, una realtà di circa quarantaquattro ettari vitati dedicati in larga maggioranza al vitigno Riesling. Fondata nel lontano 1849, raggiunge oggigiorno una produzione di circa duecentosessantamila bottiglie l’anno, completando l’assortimento con interessanti versioni di Sauvignon Blanc, Chardonnay, Weissburgunder e Pinot Noir.

L’annata 2019 del Riesling Deideisheimer Mäushöle Trocken si veste di un bel colore giallo paglierino, mediamente consistente nel calice; il profilo olfattivo si caratterizza attraverso gradazioni intense di agrumi, frutta tropicale, pompelmo ed erbe officinali, con classici sentori minerali e affumicati sempre sullo sfondo; in bocca scorre tagliente e quasi piccante, ben sostenuto da una bella struttura compatta e da note pesudocaloriche molto piacevoli. Agile e pieno, regala un finale calibrato e molto elegante, perfettamente coerente e generosamente lungo.

Riesling di grande qualità, da provare con un buon filetto di salmone.

Dal magnifico Castello di Lieser in Mosella provengono alcuni dei migliori Riesling del mondo, grazie al lavoro eccellente di Thomas Haag e della sua famiglia; dai diciotto ettari vitati sbocciano ogni anno circa novantamila bottiglie di Riesling, dai vari stili in base ai diversi residui zuccherini e dai diversi vigneti.

Oggi ci versiamo nel calice l’annata 2017 del Riesling Brauneberg Juffer Kabinett, dotato di un bel colore giallo paglierino splendente, di buona intensità nel calice; al naso si apprezza una vera e propria sinfonia di richiami fruttati e speziati, in particolare pesca bianca, agrumi, ananas, pera, con cenni di salvia e una grande mineralità che abbraccia e compatta il tutto.

L’approccio al palato è morbido, bilanciato fra la freschezza tipica del vitigno e la grande mineralità eredità del terreno, con note pseudocaloriche  ed un buon residuo zuccherino che accentuano ed agevolano una grande rotondità. Avvolgente e molto piacevole, chiude con un finale elegante, pieno e decisamente persistente.

Un Riesling di classe e carattere, da seguire anche in una evoluzione nel tempo che potrà dare soddisfazione; in tavola ora lo porterei con dei formaggi erborinati non troppo stagionati.