Eventi

WineRi 2024: i migliori assaggi

by Vitocco Francesco on

Venerdì 8 e sabato 9 marzo si è tenuto a Rijeka uno splendido evento legato al mondo del vino del Quarnaro, ma non solo, molte infatti le aziende di alto livello provenienti da tutta la Croazia, la Serbia, la Macedonia ed il Montenegro. Dei nostri tanti assaggi ecco quelli che per noi si sono rivelati i più significativi e coinvolgenti:

Chardonnay Rosenberg, Krautacher

Cuvée Red Capeletto, Radovan

Cuvée Cabernet/Merlot, Boškinac

Riesling Icewine, Bodren

Chardonnay Seigneur, Barun

Chardonnay Omnibus Lector, Erdevik

Brut 2011, Kovačević

Chardonnay Barrel Fermented, Chateau Kamnik

Vinart Grand Tasting 2024: i migliori assaggi

by Vitocco Francesco on

L’evento di Zagabria, organizzato e fortemente voluto da Saša Špiranec, una delle voci più autorevoli nel panorama enologico croato, rappresenta per noi uno degli appuntamenti più stimolanti dell’anno. Dei nostri vari e numerosi assaggi ecco i campioni che hanno saputo emozionarci di più:

 

Malvazija Santa Lucia, Kozlović

Grk, Bire

Sauvignon Blanc Single Vineyard, Cattunar

Malvazija Santa Elena, Ipša

Plava Grimalda, Matošević

Pharos Grand Cru, Plančić

 

MERANO WINEFESTIVAL 2023: TOP WINES

by Vitocco Francesco on

Si è chiuso ieri il Merano WineFestival edizione 2023 ed è stato un altro grande successo, sia di pubblico sia di qualità! La nostra visita del 6 novembre scorso si è rivelata ricca di emozioni, grandi conferme e affascinanti scoperte; ecco i dieci assaggi che ci sono rimasti nel cuore:

  • Madame Martis 2010 Limited Edition, Maso Martis
  • Gewurztraminer Nussbaumer 2012, Cantina Tramin
  • Chardonnay Kreuzweg 2019, Castelfeder
  • Appius 2018, St. Michel Eppan
  • LR 2019, Cantina di Colterenzio
  • Bolgheri Ornellaia 2020, Ornellaia
  • Merlot Redigaffi 2020, Tua Rita
  • Giorgio Primo 2019, Tenuta La Massa
  • Brunello di Montalcino 2019, Fuligni
  • Biserno 2020, Tenuta di Biserno

MERANO WINEFESTIVAL: GLI EVENTI DA NON PERDERE

by Vitocco Francesco on

Vernerdi’ 3 novembre si terra la Masterclass con Luca D’Attoma e sarà la gionata del DNA Vernatsch,ovvero la schiava gentile caratteristica dell’Alto Adige in presenza di nove produttori locali. Nell’ambito di “bio&dynamica”, inoltre nel pomeriggio la Masterclass “Resistenti Nicola Biasi – I vini del futuro” con Helmuth Köcher

Sabato 4  novembre dalle ore 10:00 in Piazza della Rena, il “Mercato della Terra” a cura di Slow Food Alto Adige. Alle ore 13:00, nella cornice del Teatro Puccini il Summit “Respiro e Grido della Terra” con esperti che si confronteranno sul tema della sostenibilità. Alle ore 15.00 alla Palm Lounge presentazione del libro “”Intrepide, Storie di donne, vino e libertà” firmato da Laura Donadoni. Dalle 16:00 alle 17:00 la Masterclass “Eccellenza dall’Albania” by Cobo Winery con il wine critic Luca Gardini. Alle ore 20:00 presso la GourmetArena Campania showcooking con Antonio Tubelli e Umberto Mazza.

Domenica 5 novembre la presentazione della Guida Vini Buoni d’Italia al Teatro Puccini, dalle ore 10:30 e dalle dalle ore 11:00 alle ore 13:00 nella Sala dei 30 presso l’Hotel Therme Merano Tavolo Rotondo e Masterclass “La nuova filosofia del calice sensoriale secondo Italesse L’importanza della cultura del calice per esaltare l’unicità di ogni singolo vino” organizzato in collaborazione con Italesse e, a seguire, alle ore 14:00 Masterclass Georgia con i “Vini Qvevri – I vini in anfora”. Dalle ore 17:00 alle ore 19:00 presso il Castello Principesco: “La Storia di Masseto”, degustazione di 3 annate in una tavola rotonda a cura di Roberto Camuto Wine Storyteller con la presenza di Lamberto Frescobaldi.

Lunedì 6 novembre, dalle 10:00 alle 12:00 al Castello Principesco assieme a Oscar Farinetti, Albiera Antinori e Priscilla Incisa della Rocchetta l’evento “Le Vite Parallele di Tignanello & Sassicaia” delle annate 1990/2008/2018. Alle ore 16:00, invece, Premio Godio meets Premio Zierock che celebra la cucina genuina e vicina al territorio nonché una visione olistica della produzione del vino e alle ore 19.30 presentazione della Guida “Osterie D’Italia” by Slow Wine alla Cantina di Merano.

 

A NOVEMBRE IL MERANO WINEFESTIVAL

by Vitocco Francesco on

Dal 3 al 7 novembre andrà in scena il Merano WineFestival 2023, la celebre rassegna enogastronomica che raccoglie le eccellenze dell’enogastronomia nazionale ed internazionale. A nostro parere il più prestigioso appuntamento dedicato al vino di qualità, quest’anno richiamerà esperti del settore green, personalità rilevanti del mondo vino, rappresentati da diversi Paesi nel mondo, chef stellati, istituzioni, vip e artisti che diventano ambasciatori di qualità e testimonial dell’evento, tra talk, convegni, showcooking e masterclass uniti da un unico e forte filo conduttore: l’eccellenza.

Già disponibili i ticket sul sito https://meranowinefestival.com/

Le anteprime del 32° Merano WineFestival

by Vitocco Francesco on

Due le location che ospiteranno le anteprime di Merano WineFestival, occasioni per conoscere da vicino una delle manifestazioni più attese del panorama enogastronomico italiano e internazionale. La prima è in previsione il 23 e 24 settembre all’84° Gran Premio Merano Alto Adige, la corsa d’ostacoli più importante d’Europa nel celebre Ippodromo meranese. Una due giornate all’insegna di eleganza e mondanità in cui alcuni prodotti selezionati dalle commissioni di assaggio The WineHunter, guidate da Helmuth Köcher, svelano un primo assaggio del grande evento di inizio novembre. La seconda, a Lagundo presso la Casa della Cultura Peter Thalguter, il 20 ottobre permette di scoprire una speciale selezione di 250 etichette premiate The WineHunter Award in abbinamento ai sapori tipici dell’Alto Adige.

MERANO WINEFESTIVAL 2023

by Vitocco Francesco on

Dal 3 al 7 novembre andrà in scena il Merano WineFestival 2023, la celebre rassegna enogastronomica che raccoglie le eccellenze dell’enogastronomia nazionale ed internazionale. A nostro parere il più prestigioso appuntamento dedicato al vino di qualità, quest’anno richiamerà esperti del settore green, personalità rilevanti del mondo vino, rappresentati da diversi Paesi nel mondo, chef stellati, istituzioni, vip e artisti che diventano ambasciatori di qualità e testimonial dell’evento, tra talk, convegni, showcooking e masterclass uniti da un unico e forte filo conduttore: l’eccellenza.

Già disponibili i ticket sul sito https://meranowinefestival.com/

WineFestival Merano - Scopri l'appuntamento dell'anno!

Vinitaly 2023: i migliori assaggi

by Vitocco Francesco on

Ecco alcuni dei migliori assaggi di questo Vinitaly 2023 recentemente conclusosi:

Nama 2019, Nals Margreid

La perfezione dello Chardonnay dell’Alto Adige, affinato in piccole botti di rovere per circa diciotto mesi sui lieviti, con un’ulteriore sosta in inox per altri dodici mesi. Fine, equilibrato, di corpo, estremamente intenso e coinvolgente, con un naso ricco e preciso. Magistrale.

Chardonnay Vigna San Francesco 2020, Tasca d’Almerita

Un classico che ad ogni vendemmia si conferma, anzi migliora. Quest’annata è cremosa ma sostenuta da ottima freschezza e mineralità. Caldo ma non troppo, regala un finale molto persistente e di grande eleganza. Quest’anno in “Sicilia” di gran lunga il miglior assaggio.

Colore Bianco 2021, Bibi Graetz

Produzione esigua da uve Ansonica, da un vigneto posto sull’isola del Giglio a poche decine di metri dal mare. Dopo otto mesi di affinamento in barriques e acciaio il risultato al naso ed al palato è una poesia, di grande leggerezza ma al contempo di grande spessore. Un privilegio poterlo assaggiare.

Colore Rosso 2020, Bibi Graetz

Una magia di Bibi Graetz che nel tempo ha saputo affermarsi in Italia e nel Mondo, oggi un Sangiovese estremamente concentrato, ricco e sontuoso ma sempre calibrato. Il finale è incredibile per simmetria e persistenza.

Cabernet Riserva 2007, Vignalta

Annata assaggiata nel tempo, penso sia giunta ora al culmine del proprio potenziale. Quanto di meglio si può assaporare nei Colli Euganei.

 

Summa 2023 : i migliori assaggi

by Vitocco Francesco on

Dei tanti ottimi assaggi della rassegna ideata, voluta e magnificamente realizzata da Alois Lageder ecco delle vere e proprie eccellenze del panorama vitivinicolo mondiale:

Monsieur Martis Rosè de Noir 2018, Maso Martis

Da sole uve Pinot Meunier, vinificate in rosa da una singola vendemmia, affinano sui propri lieviti per quarantotto mesi. Di un elegante colore ramato, scatta al palato con una freschezza integrata alla perfezione in un corpo morbido e succoso. Bollicine incantevoli.

Rosso Breg 2007, Gravner

Un Pignolo monumentale. Dopo la fermentazione in anfora intraprende un viaggio di quattro anni in legno e dieci anni in bottiglia, per arrivare nel calice con un grande equilibrio ed un corpo eccezionale. Persistenza e incanto.

Il Caberlot 2019, Podere Il Carnasciale

Un vino unico nel suo genere, capace di esprimere frutto ed eleganza, intensità e grande piacevolezza. Dalla classica magnum che lo contraddistingue, anche se ora si può trovare nel formato tradizionale, una vera emozione ad ogni sorso.

Lodovico 2015, Tenuta di Biserno

L’assaggio degli assaggi, effettuato in compagnia di Sophia Antinori e del padre il marchese Lodovico Antinori. A prevalenza Cabernet Franc, ci restituisce una concezione di vino potente, gustosa, equilibrata ma soprattutto emozionante ed elegante. Infinita la persistenza, un bordolese che accarezza ed accarezzerà la memoria nel tempo.

Sauvignon Vert Opoka 2018, Marjan Simcic

by Vitocco Francesco on

A Dobrovo, nella frazione di Ceglo, all’interno della zona vinicola chiamata Goriška Brda, si trova uno dei più apprezzati winemaker del Collio Sloveno, Marjan Simčič; la storia di questa azienda comincia nel lontano 1860, allorché Mr. Anton Simčič acquistò una fattoria in località Medana e cominciò a produrre vino, riuscendo a venderlo nella nobile Vienna del tempo. Ma è nel 1988 che Mr. Marjan prende in mano le redini della produzione, costruendo nel 1997 una nuova e moderna cantina a Ceglo, cominciando, anno dopo anno, a raggiungere livelli qualitativi sempre più elevati.

La linea Opoka richiama il terreno dove vengono coltivate le viti, e rappresenta il punto qualitativo più alto della produzione aziendale; oggi assaggiamo l’ultimo arrivato della linea Opoka, ovvero il Sauvignon Vert, vitigno chiamato Friulano dalla parte del Collio italiano. Dopo una maturazione di ventitre mesi in botte grande e sei in bottiglia, l’annata 2018 si presenta di un bel colore giallo dorato con leggeri riflessi verdolini, luminoso e consistente nel calice; al naso irrompono note molto intense di mela verde, pesca bianca, timo, salvia ed una nota minerale soffusa. In bocca offre corpo e succo, freschezza ed acidità in equilibrio, con uno sviluppo aromatico elegante e di classe ed un finale lungo e molto persistente.

Una stella scintillante in più nella già ampia galassia di Marjan Simcic, sarà ottimo anche in tavola con piatti a base di pesce e carni bianche, verdure e primi piatti.